Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

‘Obiettivo Tricolore’, a luglio la staffetta paralimpica voluta da Alex Zanardi

obiettivo tricolore
Pancalli: "Evento di starordinaria importanza". Rispetto alla prima edizione, Obiettivo Tricolore quest'anno si arricchisce di una serie di manifestazioni collaterali
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dall’Alto Adige fino alla Sicilia, la grande staffetta ideata lo scorso anno da Alex Zanardi e ribattezzata Obiettivo Tricolore è pronta a ripartire per la sua seconda edizione, che abbraccerà I’ltalia intera dal 4 al 25 luglio e vedrà passare il testimone di mano in mano a 65 atleti paralimpici di Obiettivo3, il progetto sportivo di reclutamento e sostegno di atleti disabili fondato sempre da Zanardi nel 2017. L’evento è stato presentato oggi a Roma in una conferenza stampa organizzata nella sede del Comitato Italiano Paralimpico e aperta dal presidente del Cip, Luca Pancalli.

“È per noi un onore ospitarvi nella nostra sede per un’iniziativa di straordinaria importanza- ha detto Pancalli- è un motivo d’orgoglio perché vi seguiamo sin da quando Alex nel 2017 ebbe l’idea di far nascere Obiettivo 3, con finalità ben precise che non erano solo quelle di portare 3 ragazzi a Tokyo ma di attivare uno strumento di ispirazione e avvicinamento di tanti ragazzi e ragazze disabili italiani allo sport“. Per il presidente del Cip “è bello vedere questo progetto non solo realizzato, ma che si sta allargando sempre più ad altre discipline. Questa nuova staffetta arriva in un momento delicato del Paese e dà speranza, per questo vi ringraziamo per tutto quello che fate quotidianamente anche e soprattutto in tutto il resto dell’anno, in cui Obiettivo3 si prodiga per far avvicinare i ragazzi allo sport paralimpico”.

La staffetta, composta da atleti che la percorreranno in handbike, bicicletta e carrozzina olimpica per divulgare un forte messaggio di promozione dei valori sociali dello sport paralimpico, come lo scorso anno vedrà tre differenti partenze dal Nord Italia (Val d’Aosta, Lombardia e Alto Adige) che daranno vita a tre diversi percorsi, i quali si ricongiungeranno a Bologna per poi proseguire assieme verso Sud. La prima a partire sarà la staffetta rossa domenica 4 luglio da La Villa, in Alto Adige, in concomitanza con la Maratona des Dolomites – Enel. II giorno seguente, lunedì 5 luglio, scatterà la staffetta bianca da Lecco, mentre martedi 6 sarà il turno di quella verde da Verres, in Val d’Aosta. I tre percorsi si uniranno domenica 11 luglio a Bologna, città natale di Zanardi, per poi proseguire in un unico grande ‘serpentone’ che sbarcherà in Sicilia, con l’arrivo previsto a Catania per domenica 25 luglio. In totale saranno tre settimane di viaggio con 54 tappe che toccheranno 18 regioni, compresa la Sardegna. Anche da Cagliari, infatti, si imbarcherà un atleta che raggiungera la carovana a Civitavecchia.

Protagonisti saranno gli atleti di Obiettivo3: da quelli reclutati da pochi mesi fino ai più conosciuti nel mondo paralimpico come Ana Vitelaru, l’azzurra in corsa per la qualificazione alle Paralimpiadi di Tokyo, l’iridato Federico Mestroni e il due volte medaglia di bronzo agli Europei di atletica paralimpica, Diego Gastaldi.

I VILLAGGI

Rispetto alla prima edizione, Obiettivo Tricolore quest’anno si arricchisce di una serie di manifestazioni collaterali. Oltre al via, che sarà ospitato dalla Maratona dles Dolomites – Enel, le altre due partenze saranno precedute da un ricco villaggio sportivo. Durante il percorso saranno allestiti altri villaggi a Parma, Jesolo, Bologna, Roma, Taranto e all’arrivo di Catania. In queste occasioni gli atleti e lo staff di Obiettivo3 avranno modo di incontrare tutte le persone che vorranno conoscere e avvucinarsi al progetto, offrendo momenti di approfondimento su sport e cultura paralimpica con la possibilità di provare le discipline e candidarsi a far parte di Obiettivo3. Oltre ai villaggi, in tante altre città sede di tappa saranno organizzati piccoll eventi che faranno da corollario alla manifestazione.

I TESTIMONIAL

Molto nutrito è anche il gruppo di testimonial, con diversi personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo che hanno accettato l’invito a unirsi alla staffetta. Uno di questi è la campionessa paralimpica Giusy Versace, presente in quattro villaggi con la Disabili No Limits, I’associazione da lei fondata nel 2011 che raccoglie fondi per donare sedie ultraleggere e protesi in fibra di carbonio. Nei villaggi, Giusy coinvolgerà numerose federazioni e associazioni locali per far conoscere e sperimentare alcune discipline paralimpiche e far provare nuove tecnologie per le protesi e molto altro. Si uniranno invece alla staffetta pedalando accanto agli atleti paralimpici alcuni campioni come Simone Moro, Daniele Bennati, Vittorio Podestà e il mondo Enervit con Federico Pellegrino, Greta Laurent, Daniel Fontana, Stefano Baldini, Davide Cassani e anche I’attore e comico Paolo Kessisoglu. La staffetta sarà seguita anche da Sky Sport, che manderà in onda a cadenza settimanale una serie di speciali dedicati al viaggio di Obiettivo Tricolore.

IL CHARITY PROGRAM

II sostegno più grande, tuttavia, sarà quello che gli appassionati vorranno offrire a Obiettivo3 attraverso il Charity Program, che prevede una raccolta fondi aperta su Rete del Dono a favore del progetto.

Obiettivo Tricolore è nato su idea di Obiettivo3 nella primavera del 2020 per lanciare un segnale di ripartenza al Paese dopo i duri mesi di lockdown: una grande staffetta di atleti paralimpici che attraversassero I’ltalia, da Nord a Sud, per diffondere un messaggio di rinascita e speranza. Quest’iniziativa fu accolta ovunque con grande entusiasmo e partecipazione: dagli appassionati alle istituzioni, dalla popolazione incontrata lungo il percorso agli sportivi che decisero di pedalare al fianco degli atleti per diffondere il messaggio di ripartenza e accompagnare idealmente il testimone fino al traguardo. Obiettivo Tricolore è reso possibile grazie alla collaborazione di Unicredit, in qualità di main sponsor, e di importanti aziende che hanno deciso di supportare I’iniziativa. Il programma completo e ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web dell’associazione (www.obiettivo3.it).

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»