Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Caro bollette, da gennaio 2022 +55% per la luce e +41,8% per il gas

bolletta energia
Gli aumenti scatteranno "malgrado gli interventi" del governo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dal primo gennaio l’aumento della bolletta dell’elettricità per la famiglia tipo in tutela sarà del +55%, mentre per quella del gas del +41,8%. Così in una nota l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente (Arera). Gli aumenti scatteranno “malgrado gli interventi” del Governo, si legge.

“I nuovi straordinari record al rialzo dei prezzi dei prodotti energetici all’ingrosso e dei permessi di emissione di CO2 – precisa Arera – avrebbero portato ad un aumento del 65% della bolletta dell’elettricità e del 59,2% di quella del gas”. 

ARERA: SPESA ANNUA FAMIGLIE 823 EURO LUCE, 1.560 GAS

Gli aumenti delle bollette per il primo trimestre 2022 si tradurranno per quella elettrica in una spesa per la famiglia-tipo nell’anno scorrevole (compreso tra il primo aprile 2021 e il 31 marzo 2022) di circa 823 euro, con una variazione del +68% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente, corrispondente a un incremento di circa 334 euro/anno. Nello stesso periodo, la spesa della famiglia tipo per la bolletta gas sarà di circa 1.560 euro, con una variazione del +64% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente, (+610 euro/anno). Così in una nota l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente (Arera). 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»