Il Centrodestra trionfa in Friuli Venezia Giulia: “Ora subito al governo”

In Friuli Venezia Giulia crolla il M5S mentre è netta l'affermazione dei partiti del centrodestra, che adesso chiedono di formare il governo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La vittoria del centrodestra in Friuli Venezia Giulia irrompe nel dibattito politico nazionale. Dopo la chiusura di Matteo Renzi, infatti, il centrodestra torna a chiedere con forza la possibilità di formare un esecutivo.

BERNINI: GRANDE VITTORIA, SUBITO GOVERNO CENTRODESTRA

“In Friuli Venezia Giulia il centrodestra ottiene una grandissima vittoria, riconquistando la Regione a Statuto speciale dopo una legislatura a guida Pd. Il voto registra un forte arretramento dei Cinquestelle, a riprova che la coalizione di centrodestra, quando è unita, non ha avversari”. Lo dichiara Anna Maria Bernini, capogruppo di Forza Italia al Senato.

Bernini aggiunge: “Un ulteriore significativo e chiaro segnale politico che non potrà essere misconosciuto a livello nazionale dove diviene ancor più urgente e necessario dar vita a un governo rispettoso del voto degli italiani. Noi di Forza Italia siamo pronti a assumerci le nostre responsabilità e lo è tutto il centrodestra che dovrà guidare il Paese aiutandolo a uscire dalla palude in cui per varie ragioni si trova”.

POLVERINI: CENTRODESTRA GUADAGNA 12 PUNTI, M5S LI PERDE

“Dal Friuli Venezia Giulia sta maturando, in queste prime ore dello spoglio dei voti, un risultato abbastanza chiaro: il centrodestra unito vince e guadagna più consensi, rispetto al 4 marzo, proprio a discapito del Movimento cinque stelle che, dai primi numeri, perde circa 12-13 punti percentuali”. Lo afferma Renata Polverini, deputata di Forza Italia.

BIANCOFIORE (FI): VETI A BERLUSCONI BOOMERANG PER M5S

“I risultati che si stanno consolidando alle regionali in Friuli, se verranno confermati, evidenziano in primis – a soli due mesi dalle elezioni politiche, il netto arretramento del movimento cinque stelle, sul quale mi auguro Di Maio e company vogliano farsi una profonda analisi di coscienza”. Così Michaela Biancofiore, parlamentare FI e Coordinatore regionale Trentino Alto Adige.

I feroci malvagi incomprensibili veti al Presidente Berlusconi e a Forza Italia– aggiunge Biancofore- e ai 5 milioni di italiani che ci hanno votato, lo stallo di governo imposto all’Italia di contro alle promesse di soluzioni veloci fatte in campagna elettorale, si stanno rivelando un boomerang micidiale per i 5 stelle destinato a concretizzarsi da Brennero a Lampedusa”.

“Ora mi auguro che questa sonora legnata, dopo il Molise, serva a far comprendere a Di Maio e Casaleggio che il loro elettorato è volubile e perlopiù di opinione e che gli italiani vogliono fatti per continuare a credere. Fatti che si possono ottenere solo facendo nascere un governo con le forze scelte dagli elettori nelle urne del 4 marzo”, conclude Biancofiore.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»