Otto anni fa moriva Franco Califano, ma ‘non escludo il ritorno’

FRANCO CALIFANO
Nato a Tripoli, in Libia, e cresciuto nella Capitale, Franco Califano è stato uno più importanti e apprezzati cantautori della musica italiana
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sono passati 8 anni dalla scomparsa di Franco Califano. Era il 30 marzo del 2013 quando il ‘Califfo’ o ‘il Maestro’, così veniva soprannominato, moriva all’età di 75 anni ad Acilia, alle porte di Roma, dopo una lunga malattia. Solo pochi giorni prima aveva tenuto il suo ultimo concerto, al Club Ueffilo di Gioia del Colle, in cui aveva ripercorso alcuni dei suoi storici successi: da ‘Tutto il resto è noia’ a ‘Un tempo piccolo’, da ‘Minuetto’ a ‘La nevicata del ’56’, fino a ‘Me ‘nnammoro de te’ e ‘Bimba Mia’.

Nato a Tripoli, in Libia, e cresciuto nella Capitale, Franco Califano è stato uno più importanti e apprezzati cantautori della musica italiana. Nel corso della sua carriera ha pubblicato 32 album, scritto oltre 1.000 opere tra canzoni e poesie. Oltre 20 milioni le copie di dischi venduti. Premio ‘Mia Martini’ alla carriera nel 2006, Franco Califano ha collaborato con numerosi artisti: da Mina a Ornella Vanoni, da Iva Zanicchi a Patty Pravo, da Renato Zero a Gabriella Ferri, da Caterina Caselli a Edoardo Vianello, da Alberto Laurenti ai Ricchi e Poveri, da Loretta Goggi a Umberto Bindi, da Wilma Goich e Peppino di Capri solo per citarne alcuni. Amante della bella vita, Califano ha sempre vantato migliaia di conquiste femminili. L’unica nota stonata è rappresentata da alcune vicende giudiziarie che lo coinvolsero negli anni Settanta e Ottanta. Celebre la sua frase: “Mi accorgerò di essere vecchio solo cinque minuti prima di morire”. Ma sulla sua lapide, nel cimitero di Ardea, si legge: ‘Non escludo il ritorno’.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»