Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Scontri tra tifosi e polizia per il match Napoli-Lazio: cinque arresti

scontri napoli-lazio-min
Altri due sono stati denunciati per resistenza a pubblico ufficiale. Per tutti e sette, appartenenti ai gruppi ultras napoletani, è stata avviata la procedura per l'emissione del Daspo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Ieri sera, nell’ambito dei servizi predisposti per l’ordine e la sicurezza pubblica in occasione dell‘incontro di calcio Napoli-Lazio, il contingente delle forze dell’ordine posto a protezione di alcuni mezzi di tifosi laziali in avvicinamento verso lo stadio è stato attaccato in via Barbagallo con bottiglie, fumogeni e petardi da un gruppo di tifosi napoletani travisati con caschi e passamontagna e armati di bastoni chiodati, intenzionati a venire a contatto con i tifosi ospiti. Lo comunica la questura di Napoli. Gli operatori hanno raggiunto gli aggressori, che erano armati di mazze, caschi e cinghie, bloccandone sette.

Nella circostanza, sei poliziotti hanno riportato contusioni. Cinque napoletani tra i 30 e i 39 anni, alcuni dei quali con precedenti di polizia e già sottoposti a Daspo, sono stati arrestati per resistenza a pubblico ufficiale e, a vario titolo, anche per possesso o utilizzo di strumenti atti ad offendere in occasione di manifestazioni sportive. Due sono stati anche denunciati per lesioni aggravate, mentre uno di loro anche per aver violato la misura del Daspo cui è attualmente sottoposto. Gli altri due, di 36 e 25 anni, sono stati denunciati per resistenza a pubblico ufficiale e possesso di strumenti atti ad offendere in occasione di manifestazioni sportive. Per tutti e sette, appartenenti ai gruppi ultras napoletani, è stata avviata la procedura per l’emissione del Daspo.

Inoltre, durante i servizi di pre-filtraggio per l’accesso allo stadio, i poliziotti hanno sanzionato sei persone per violazione del regolamento d’uso dell’impianto sportivo: tre erano in possesso di biglietto non corrispondente al titolare e le altre per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»