fbpx

VIDEO | Per chi ‘viaggia’ lo sharing a Roma: terza puntata dedicata alle biciclette

ROMA – Sono le biciclette le protagoniste della terza puntata dell’indagine dell’agenzia Dire, che ha deciso di approfondire, con un lavoro a puntate, il ruolo che gli sharing giocano nella difficile partita della mobilita’ a Roma. In ogni articolo, in pubblicazione ogni lunedi’, affittiamo un mezzo diverso per valutarne i pro e i contro.

Abbiamo noleggiato due biciclette per compiere dei brevi tragitti che ci permettono di raggiungere un mezzo del trasporto pubblico locale. La prima l’abbiamo presa in via Parigi per recarci alla stazione Termini. Il tragitto e’ breve, ma la mancanza di piste ciclabili, il traffico e il manto stradale dissestato non agevolano il viaggio. Impieghiamo 9 minuti e 11 secondi per percorrere poco piu’ di un chilometro che ci costa 1 euro e 25 centesimi. Il secondo noleggio inizia da piazza Re di Roma direzione fermata Lodi, metro C. La pedalata assistita permette di andare, anche in salita, senza troppo sforzo e cosi’ in poco piu’ di 5 minuti e 31 secondi riusciamo a percorrere 570 metri pagando 0,85 euro.

Il servizio di bike sharing free floating a Roma, dopo l’acquisizione di Jump da parte di Lime, conta un solo operatore che ha fissato il prezzo per lo sblocco del mezzo a 0,25 euro al minuto e per l’utilizzo a 0,10 euro al minuto. Helbiz propone anche il servizio ‘unlimited’ che con 29,90 euro al mese permette un numero di corse illimitate da 30 minuti l’una. Senza alcun dubbio sono il mezzo sharing piu’ economico che si possa noleggiare in citta’. Le bici, a pedalata assistita, montano una batteria da 250 W di potenza e 14 Ah con una velocita’ di punta di 25 chilometri orari. L’area operativa si estende per circa 27 chilometri quadrati, ma e’ in continua espansione. Il problema delle strade dissestate, l’abbiamo visto gia’ con i monopattini e i motorini, penalizza anche la bicicletta che, peraltro, avendo una ruota piccola e non avendo ammortizzatori percepisce e trasmette tutte le vibrazioni del selciato.

SHARING AI TEMPI DEL COVID – Nelle bici a noleggio non sono disponibili guanti o gel igienizzante, quindi, come per i monopattini, conviene portarli da casa. I dispositivi di protezione individuale si possono prenotare dall’app di Helbiz che presenta una sezione che si chiama ‘Covid 19 prevention kit’ in cui e’ possibile acquistare, al costo di 15 euro, una mascherina certificata Kn95 e un gel igienizzante. L’iniziativa nasce dalla collaborazione con eFarma.com, per ogni kit acquistato verranno donate tre mascherine alla Fondazione Humanitas per la Ricerca, che li mettera’ a disposizione degli operatori sanitari dell’ospedale. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

28 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»