A Bologna la Sunrisebike ride. E ci saranno anche due bici del nuovo bike sharing

La biciclettata all'alba è l'evento finale del BoBike festival, una settimana all'insegna dei pedali sotto le Due torri
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – In attesa che parta il nuovo bike sharing di Bologna, con l’operatività dei primi 1.000 mezzi annunciata dal Comune entro l’estate, tra pochi giorni cittadini e appassionati potranno visionare “in anteprima” il modello che sarà fornito dalla piattaforma Mobike: due bici, infatti, saranno utilizzate dagli assessori alla Mobilità del Comune e della Regione Emilia-Romagna, Irene Priolo e Raffaele Donini, per partecipare alla quinta edizione della Sunrisebike ride, che il 27 maggio riproporrà l’opportunità di una pedalata all’alba lungo le strade cittadine.

La Sunrisebike ride concluderà il BoBike festival organizzato dalla Uisp e dalle associazioni ciclistiche Bitone, Ravonese e Ciclista urbano: un’intera settimana tutta dedicata alla bici che a partire dal 20 maggio proporrà raduni, pedalate, tavole rotonde sulla mobilità, granfondo, manifestazioni cicloturistiche (tra cui la Raticosa storica), escursioni in mountain bike, attività nelle scuole. Poi, con partenza al sorgere del sole (cioè alle 5,35) del 27, gran finale con la pedalata non competitiva che partirà dai giardini Margherita e si concluderà di nuovo lì dopo un’oretta.

“All’alba, senza traffico e con una luce meravigliosa– sottolinea l’organizzatore Davide Mazzocco- potremo toccare i punti più belli della città“. Dopo gli 850 partecipanti del 2017, “puntiamo quest’anno a raggiungere i 1.000 iscritti, che è il nostro limite affinchè l’evento sia godibile per tutti”, afferma : “Cercheremo di essere la più grande macchia rosa mai vista all’alba“, grazie alle t-shirt colorate che caratterizzeranno il serpentone. “Quest’anno parteciperò anch’io perchè ormai mi sono data a questo sport domenicale”, dichiara Priolo, che già domenica scorsa ha preso parte al Bike Pride.

L’iniziativa, presentata oggi in conferenza stampa, rappresenta “una bellissima kermesse- aggiunge Priolo- che coniuga la tutela della salute e la prevenzione con la cura dell’incidentalità e con la sicurezza stradale e poi con gli aspetti culturali e paesaggistici”. Esperienza che Priolo, dunque, farà utilizzando una bici del nuovo bike sharing: perchè “il Comune, checché se ne dica- manda a dire l’assessore- sta investendo molto su questa realtà”.

L’evento consente di “porre l’accento sui corretti stili di vita- aggiunge Donini- che dovrebbero presupporre anche un buon tasso di mobilità ciclistica”. In più, “vedere Bologna all’alba, sonnecchiante ma già con tutte le sue bellezze storiche e artistiche- sottolinea l’assessore- è una soddisfazione e una grande opportunità”.

La Uisp è in campo perchè “abbiamo sempre considerato la bici- dichiara Donatella Draghetti- uno strumento di mobilità urbana, turismo sportivo e promozione della salute”. Draghetti, poi, si sofferma sull’importanza delle attività nelle scuole: del resto, “ci siamo resi conto che i ragazzini non sanno più andare in bici”.

Su ogni iscrizione, 40 centesimi saranno devoluti alla onlus Cbm per sostenere le cliniche oculistiche mobili in Sud Sudan. Al ristoro dei partecipanti penserà Alce Nero, che con la manifestazione “condivide l’idea che sport e corretta nutrizione rappresentino un binomio essenziale per uno stile di vita sano”. E’ nella sede di Illumia, infine, che alla vigilia della pedalata saranno consegnate le maglie ufficiali: perchè la Sunrisebike “è uno dei tanti esempi in cui è evidente che dare il proprio contributo per il bene comune- sottolinea il presidente Marco Bernardi- ha a che fare con un’esperienza di soddisfazione personale, niente a che vedere con un doverismo civico”.

LEGGI ANCHE

A Bologna Merola dichiara ‘guerra’ alle bici contromano

Guerra alle bici spericolate a Bologna, ci sono già 50 multe

Multe ai ciclisti a Bologna, la protesta delle ‘mamme contromano’

A Bologna i ciclisti si arrabbiano: “Crociate vanno fatte per altro”. E preparano contromossa

Mountain bike elettriche, il campionato fa tappa a Bologna (nel bosco della Fiera)

Ti potrebbe interessare anche:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»