In Ruanda arriva il bike sharing, con bici e moto elettriche

Una prima sperimentazione è partita a Kigali e nei distretti di Huye, Rubavu e Musanze
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Un’azienda ruandese ha lanciato alcuni modelli di motocicletta elettrica che saranno usati nell’ambito di un progetto di bike sharing. La notizia è riportata in settimana dal quotidiano di Kigali ‘The New Times’, che riferisce di una prima sperimentazione del trasporto condiviso nella capitale e nei distretti di Huye, Rubavu e Musanze. Il giornale rilancia le dichiarazioni della Safi Ltd, la startup locale che ha sviluppato bici e moto elettriche: l’azienda punta a incrementare le opzioni per il trasporto pubblico e a promuovere l’uso dei mezzi a due ruote.

 

Stazioni per la ricarica delle batterie dovrebbero essere installate in tutto il Paese. Secondo la Safi, i motori elettrici hanno un’autonomia massima di 45 minuti e 90 chilometri.

Le motociclette sono un mezzo di trasporto comune nelle città ruandesi: si stima che 20mila circolino nella sola Kigali.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

10 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»