Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Arrestato l’ex commissario Ilva Enrico Laghi: l’accusa è di corruzione in atti giudiziari

enrico laghi
L'ex commissario è agli arresti domiciliari e il procedimento rientra nell'inchiesta che a giugno ha portato agli arresti dell'avvocato Amara e del giudice Capristo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

POTENZA – È finito agli arresti domiciliari con l’accusa di corruzione in atti giudiziari Enrico Laghi, ex commissario straordinario dell’Ilva. La procura della Repubblica di Potenza in mattinata ha dato esecuzione dell’ordinanza di applicazione della misura cautelare. Sequestrati preventivamente anche 270mila euro.

Il procedimento rientra nell’inchiesta che lo scorso mese di giugno ha portato agli arresti dell’avvocato penalista Pietro Amara, del magistrato ed ex procuratore di Trani e Taranto, Carlo Maria Capristo, di Nicola Nicoletti, consulente dei commissari Ilva, del funzionario di polizia Filippo Paradiso e di Giacomo Ragno, amico di Capristo e avvocato penalista del foro di Trani. L’indagine riguarda presunti scambi di favori nell’ambito di procedimenti all’ex Ilva di Taranto.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»