Traffico, “Alleanza metropoli aiuterà chi viaggia elettrico?”

L'obiettivo è "fare approvare dai Comuni italiani con più di 100.000 abitanti una serie di regole e di disposizioni che disciplinino l'uso dell'auto elettrica in modo uniforme in tutta Italia con le stesse agevolazioni e gli stessi limiti".
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – “Realizzare una cornice normativa a livello italiano ma soprattutto comunale per facilitare i possessori dell’auto elettrica all’uso di questo mezzo di trasporto”. Questo è l’obiettivo della carta metropolitana della Mobilità sostenibile, illustrato direttamente dal presidente di Cobat, Giancarlo Morandi. Il numero uno Cobat parla a margine del secondo convegno nazionale della mobilità elettrica, che ha aperto i battenti questa mattina a Palazzo Lombardia, a Milano.

Una carta, quella della Mobilità sostenibile, promossa da Milano, Bologna, Torino, Firenze e Varese e che ormai ha ricevuto l’adesione di “oltre 100 Comuni”, come sottolinea Morandi, “numero che speriamo di implementare per il prossimo anno”. In sostanza, dato che l’auto elettrica è qualcosa che sta trasformando la mobilità a livello continentale, l’obiettivo è “fare approvare dai Comuni italiani con più di 100.000 abitanti una serie di regole e di disposizioni che disciplinino l’uso dell’auto elettrica in modo uniforme in tutta Italia con le stesse agevolazioni e gli stessi limiti- conclude Morandi- in modo tale che l’utente abbia le stesse condizioni in qualsiasi Comune vada col proprio mezzo”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»