fbpx

Tg Lazio, edizione del 27 gennaio 2020

MEMORIA, RAGGI E DUREGHELLO CON STUDENTI: ORRORE PUÒ RIPETERSI

Centinaia di studenti romani hanno affollato questa mattina la Sala della Protomoteca in Campidoglio per il Giorno della Memoria. Ad accoglierli, la sindaca Virginia Raggi e la presidente della Comunita’ ebraica di Roma, Ruth Dureghello. Quest’ultima si è rivolta ai ragazzi dicendo di aver “fiducia” in loro nel difficile compito di tenere alto il ricordo di quanto successo. “Sono passati 75 anni dall’apertura dei cancelli di Auschwitz, ma la liberazione non è eterna e l’orrore può ripetersi” ha detto Dureghello. Sulla stessa linea la sindaca Raggi: “E’ importante vedervi qui. Se non facciamo esercizio di memoria è probabile che la storia si ripeta”.

OMICIDIO NUOVO SALARIO, OGGI AUTOPSIA SU CORPO DI KASA GENTIAN

Verrà svolta oggi l’autopsia sul corpo di Kasa Gentian, l’uomo di origini albanesi ucciso a colpi di pistola sabato sera nella zona del Nuovo Salario. Gli investigatori sono al lavoro per cercare di ricostruire il contesto in cui si è consumata l’esecuzione. Per ora non sarebbero emersi collegamenti con altri fatti di sangue avvenuti a Roma negli ultimi mesi, come l’omicidio del capo ultras della Lazio, Fabrizio Piscitelli. Le indagini al momento si concentrano sul passato della vittima, che stava finendo di scontare una condanna per vicende di droga.

ROMA, SPACCIAVANO DROGA NEI PRESSI DI VILLA ADRIANA: 11 ARRESTI

Nuova operazione dei Carabineri contro il traffico di droga. Con un blitz eseguito all’alba i militari hanno arrestato 11 persone, accusate di spaccio nei comuni di Tivoli e Guidonia, potenzialmente dannoso anche per l’immagine e il decoro del sito archeologico dell’Unesco di Villa Adriana. Agli appartenenti all’organizzazione criminale veniva imposto di utilizzare utenze telefoniche dedicate per le comunicazioni, in modo da rendere difficile ogni intercettazione telefonica, di non cedere stupefacente a credito e di non accettare altre forme di pagamento che non fosse denaro contante. Cinque degli arrestati sono finiti in carcere, 6 ai domiciliari.

FERROVIA ROMA-GIARDINETTI DIVENTERÀ METRO G, ECCO IL PROGETTO

Ventinove fermate, un capolinea a Termini e l’altro a Tor Vergata. In mezzo, oltre alle stazioni già esistenti, altre nove nel cuore di Tor Vergata, come quella davanti alla sede del Policlinico, o quelle che serviranno le facoltà di Economia e Ingegneria. In più nuovi treni che manderanno in pensione quelli degli anni ’20 e un nuovo nome: Metro G. Questo il futuro della ferrovia Roma-Giardinetti secondo il progetto che il Comune di Roma ha illustrato alla cittadinanza e che dovrà presentare entro il 30 aprile al ministero dei Trasporti. Il progetto è stato già approvato ma il Mit ha chiesto alcune modifiche come quello sul tipo di scartamento. L’opera costerà poco meno di 200 milioni. I lavori nel 2022.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

27 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»