Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Sanità, edizione del 25 ottobre 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

– COVID. ISS: RT IN LEGGERO AUMENTO A 0,86 E INCIDENZA CASI A 34

L’indice di trasmissibilità Rt, nel periodo compreso tra il 29 settembre e il 12 ottobre, è stato pari a 0,86, in leggero aumento rispetto alla settimana precedente quando si registrava il valore di 0,85. È quanto emerso dall’ultimo monitoraggio settimanale sull’andamento del Covid dell’Istituto superiore di Sanità e del ministero della Salute. In lieve risalita anche l’incidenza settimanale dei casi, pari a 34 casi per 100.000 abitanti, rispetto al valore di 29 registrato la scorsa settimana. Continua a diminuire il tasso di occupazione dei malati di Covid negli ospedali: il tasso di occupazione in terapia intensiva è al 3,9% e nelle aree mediche al 4,2%.

VACCINO. SPERANZA: OLTRE 700MILA TERZE DOSI. VALUTEREMO AMPLIAMENTO

“Valuteremo la terza dose eventualmente anche per altre categorie che oggi sono fuori. Ad oggi sono state somministrate oltre 700mila terze dosi”. Lo ha fatto sapere il ministro della Salute, Roberto Speranza, rispondendo al question time alla Camera la settimana scorsa. “Siamo arrivati all’85,76% di prime dosi tra over 12 e all’81,55% di vaccinati con ciclo completo”, ha proseguito Speranza, che ha poi sottolineato come il Green pass sia un “pezzo fondamentale della strategia del governo” e uno strumento che gli italiani “stanno usando massicciamente, essendo 103 milioni i Green pass finora scaricati”.

POZZILLI (SANT’ANDREA DI ROMA): TANTE TERAPIE CONTRO SCLEROSI MULTIPLA

“La sclerosi multipla è una malattia che negli ultimi trent’anni ha cambiato volto. Un tempo era considerata una patologia con una prognosi molto grave per quanto riguarda l’arrestabilità, con uno spettro della sedia rotelle presente nella maggior parte dei pazienti. In questi ultimi trent’anni sono stati fatti passi in avanti, per cui oggi fare una diagnosi di sclerosi multipla, anche grazie a molteplici terapie a nostra disposizione, consente di avere una prognosi completamente diversa”. Così alla Dire il neurologo Carlo Pozzilli, ordinario all’università Sapienza e responsabile del Centro Sclerosi Multipla dell’ospedale Sant’Andrea di Roma, che ha ricordato come la sclerosi multipla sia una malattia che “colpisce i giovani, soprattutto le donne, con un rapporto anche fino a tre a uno”.

EPATITE C. REGIONE SARDEGNA PRIVA DI FINANZIAMENTI PER IL 2021/22

“La Sardegna non avrà purtroppo a disposizione finanziamenti da parte del governo per il fatto che la Regione non accede ai vari piani nazionali legati ai farmaci innovativi e a strumenti similari. La Sardegna, di conseguenza, è una delle poche regioni in Italia che non accede a questi fondi per lo screening dell’epatite C”. Lo ha fatto sapere il professor Luchino Chessa, dirigente medico presso l’azienda ospedaliera universitaria di Cagliari, intervenendo in occasione del corso di formazione ECM sulla gestione dei tossicodipendenti con epatite C, organizzato dal provider Letscom E3 con il contributo non condizionante di AbbVie. Il corso rientra nell’ambito di ‘Hand’, il progetto di networking a livello nazionale patrocinato da quattro società scientifiche (SIMIT, FeDerSerD, SIPaD e SITD) che dal 2019 coinvolge i Servizi per le Dipendenze e i Centri di cura per l’Hcv afferenti a diverse città italiane.

GILEAD PREMIA 58 RICERCHE CONTRO MALATTIE INFETTIVE E SANGUE

“Far sì che ricercatori, ricercatrici e associazioni di pazienti, all’interno delle proprie comunità, possano rendere possibile l’impossibile e trasformare le loro idee in iniziative concrete. Questo è lo spirito dei nostri bandi”. Così Cristina Le Grazie, direttore medico di Gilead Sciences, in apertura della cerimonia durante la quale, a Milano, è stata celebrata la decima edizione dei bandi Gilead, sviluppati per sostenere la ricerca scientifica e sociale nell’area delle malattie infettive e oncoematologiche (in particolare Hiv/Aids, epatite C e linfomi). Gilead quest’anno ha premiato i 58 vincitori dei due bandi (uno per la ricerca scientifica e uno per i progetti socio-assistenziali, appunto), assegnando loro complessivamente oltre un milione di euro per realizzare i progetti entro i prossimi 12 mesi.

CHIRURGHI OSPEDALIERI, MARCO SCATIZZI ELETTO NUOVO PRESIDENTE ACOI

“Visto il lavoro enorme che abbiamo fatto come consiglio direttivo, come consiglieri regionali, con il gruppo giovani, me l’aspettavo. Ma non con queste dimensioni”. Il dottor Marco Scatizzi, ai microfoni della ‘Dire’, commenta la sua nomina a presidente dell’associazione dei Chirurghi ospedalieri italiani (ACOI), avvenuta durante il congresso dell’associazione a Milano. Scatizzi è stato eletto con 1.562 voti dei circa 2.100 totali dei delegati dell’associazione. “Le prossime mosse– ha spiegato il neoeletto presidente- saranno quelle di portare le istanze dei nostri pazienti sui tavoli della burocrazia: dobbiamo avere fondi e tecnologie per recuperare quelle liste d’attesa che gravano sulle spalle dei nostri pazienti”.

– NEUROMLAB, UN PONTE SUL FUTURO PER LE MALATTIE DEL SISTEMA NERVOSO

Collegare mondi che farebbero fatica a parlarsi, combinare esperienze fatte da prospettive diverse, far avanzare e innovare la ricerca scientifica su patologie neurologiche e croniche ad alta complessità come la sclerosi multipla, l’atrofia muscolare spinale (SMA), l’Alzheimer e i connessi sistemi territoriali di cura. Con questo spirito è nato il Neurology Management Lab (NeuroMLab), progetto organizzato da SDA Bocconi e Biogen, con il patrocinio della Società italiana di neurologia (SIN), che al Campus milanese di via Sarfatti ha presentato il suo primo biennio di lavoro. Ad aprire i lavori il presidente uscente della SIN, Gioacchino Tedeschi, la docente della scuola di management della Bocconi, Valeria Tozzi, e l’amministratore delegato di Biogen Italia, Giuseppe Banfi.

A FESTA CINEMA PRESENTATO ‘CRAZY FOR FOOTBALL’ CON SERGIO CASTELLITTO

È sbarcato alla Festa del Cinema di Roma ‘Crazy for football – Matti per il Calcio‘, il film basato su una storia vera che nasce dall’esperienza dello psichiatra Santo Rullo, ideatore della Nazionale Italiana di calcio a cinque formata da persone affette da problemi di salute mentale, e basato dall’omonimo documentario a firma di Volfango De Biasi, già vincitore del David di Donatello nel 2017. La pellicola, che racchiude i due registri linguistici tipici del dramma e della commedia, andrà in onda il 1 novembre in prima serata su Rai1 e racconta l’opera del medico italiano Santo Rullo, interpretato da Sergio Castellitto. Nel cast anche Max Tortora, Antonia Truppo, Angela Fontana, Lele Vannoli, con la partecipazione straordinaria di Massimo Ghini e di Cecilia Dazzi.

‘DADO E ADELE’, SERIE ANIMATA SENSIBILIZZA SUL DERMATITE ATOPICA

Bullismo, discriminazioni, vergogna. Chi soffre di dermatite atopica non deve fare i conti soltanto con i segni e i sintomi della malattia, ma anche lottare ogni giorno con le sue conseguenze sociali: quattro adolescenti su 10 dichiarano di essere vittime di bullismo, mentre tre adulti su 10 di subire discriminazioni sul luogo di lavoro.
In occasione della Giornata nazionale della dermatite atopica 2021, istituita dall’Associazione nazionale dermatite atopica nel 2017, l’azienda farmaceutica Sanofi ha presentato al Cinemino di Milano ‘Dado e Adele. Due amici per la pelle’: una serie animata per raccontare l’impatto della malattia nella vita dei due protagonisti, seguiti nel loro percorso dall’adolescenza all’età adulta.
L’obiettivo è informare sui corretti stili di vita e supportare i pazienti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»