Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Comuni, Unscp: “Sconcerto per secondo rinvio pubblicazione diario prova Coa6”

L'Unione ritiene indispensabile un confronto con il Ministero
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’Unione Nazionale Segretari Comunali e Provinciali, in una nota, spiega di aver preso atto “con sconcerto del secondo rinvio della pubblicazione del diario della prova preselettiva del Coa6. Una procedura concorsuale autorizzata con D.P.C.M. del 24 aprile 2018, dopo ben 15 mesi non e’ ancora arrivata, non diciamo allo svolgimento preselezione, nemmeno alla sola pubblicazione delle sue date.

Lo sconcerto aumenta alla luce della situazione di stallo in cui versano le proposte di emendamento che erano state presentate per rimediare alla carenza di Segretari e che intendevano accelerarne il reclutamento, introducendo procedure concorsuali piu’ veloci e piu’ omogenee a quelle previste per la dirigenza. Su di esse fino ad oggi si e’ registrata una opposizione del ministero dell’Interno di cui fatichiamo a comprendere le ragioni.

E il tutto accade mentre i giornali, al nord e non solo, fanno a gare a chi piu’ pubblica articoli sulla carenza di Segretari, sulle difficolta’ dei sindaci di poter contare su una figura cosi’ indispensabile e su quelle dei Segretari stessi, costretti a barcamenarsi fra convenzioni e scavalchi fino a coprire un numero spropositato di enti, con disagi personali ed anche professionali del tutto evidenti.

L’Unione ritiene indispensabile un confronto con il Ministero, nella convinzione che esso possa essere la via per superare le perplessita’ sugli emendamenti ovvero per condividerne la migliore riformulazione. Accelerare sensibilmente il reclutamento con procedure omogenee a quelle della dirigenza: non dovrebbe essere questo l’interesse primario anche del Viminale?”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»