fbpx

Tg Cultura, edizione del 25 giugno 2020

SABATO E DOMENICA ARRIVANO LE GIORNATE FAI ALL’APERTO

Parchi e giardini storici monumentali, riserve naturali e orti botanici, boschi, foreste e campagne, alberi millenari e piante bizzarre, sentieri immersi nella natura e passeggiate nel verde urbano. Sono in tutto duecento sparsi in 150 località italiane i luoghi che il Fondo ambiente italiano apre al pubblico sabato 27 e domenica 28 giugno in occasione dell’edizione speciale delle Giornate Fai all’aperto. Tra le visite proposte, tutte su prenotazione, anche gli imponenti Giardini di Palazzo Moroni a Bergamo. Una apertura anticipata con cui il Fondo rende omaggio alla città che ha drammaticamente sofferto l’emergenza sanitaria.

TURISMO IN CRISI, FRANCESCHINI: IDEA ESENZIONE CONTRIBUTI

“È necessario ragionare su incentivi alla riapertura delle strutture ricettive immaginando una temporanea sospensione dei contributi dei dipendenti per le attività che ripartono”. A lanciare l’idea è stato il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini, davanti alla commissione Attività produttive della Camera dei deputati. Il ministro ha spiegato che il turismo resta il settore più colpito dalla crisi causata dal Coronavirus. L’esenzione, ha spiegato, “farebbe risparmiare allo Stato i fondi per la cassa integrazione e aiuterebbe gli alberghi a ripartire”.

TORNANO ALLA COMUNITÀ EBRAICA DI ROMA 19 LIBRI RUBATI DALLE

SS Dopo 77 anni, tornano alla Comunità ebraica di Roma 19 libri sottratti dai nazisti nel ’43. Una restituzione arrivata con la firma di un protocollo d’intesa tra la Comunità e il Comando Carabinieri tutela patrimonio culturale. Obiettivo della collaborazione, trovare altri beni sottratti dai nazisti, tra cui settemila volumi trafugati dalla biblioteca del Collegio rabbinico e da allora spariti nel nulla. Il protocollo prevede anche l’istituzione di un gruppo di lavoro ad hoc all’interno del Comitato per le restituzioni del ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo.

VISITATORI IN AUMENTO AGLI UFFIZI, E L’ORARIO TORNA AD AMPLIARSI

Uno dei primi segnali positivi dopo l’emergenza Covid-19 arriva dalle Gallerie degli Uffizi, che nell’ultimo weekend hanno sfiorato i settemila visitatori, attestandosi a oltre duemila in più rispetto al primo fine settimana dopo la riapertura di inizio giugno. Un aumento che ha convinto il direttore, Eike Schmidt, ad ampliare l’orario. Da martedì 7 luglio, infatti, agli Uffizi si potrà entrare tutti i giorni (escluso il lunedì, da sempre la giornata di chiusura al pubblico) dalle 9 alle 18.30. “Il pubblico ha risposto in modo estremamente positivo alla riapertura. Si è registrato un flusso di visite di vicinanza e nazionali, con le prime presenze turistiche d’oltralpe”, ha commentato Schmidt.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

25 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»