Coronavirus, l’ateneo di Bologna stamperà provette in 3d per tamponi

L'Alma Mater di Bologna si mette al servizio del laboratorio del S.Orsola: le provette potrebbero cominciare presto a scarseggiare
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Se l’attività dei tamponi continuerà senza sosta potrebbero iniziare a scarseggiare i materiali necessari per farli. E così l’Alma Mater di Bologna corre ai ripari mettendo in moto le stampanti 3D nei suoi laboratori, in particolare per le provette a supporto delle attività del Policlinico dove si eseguono i test per individuare il covid-19 nei pazienti.

“Abbiamo ricevuto il sostegno di AlmaLabor- spiega Francesco Saverio Violante, direttore dell’unità operativa di Medicina del lavoro del Sant’Orsola- un tecnico ha già incontrato gli operatori per capire di cosa potrebbe esserci bisogno. Le stampanti 3D dei laboratori dell’Alma Mater sono pronte a realizzare le provette qualora si verificasse una richiesta urgente di tali materiali”.

LEGGI ANCHE: Coronavirus ‘duro’ con gli adulti e lieve sui bimbi: ecco perchè

Più in generale, sottolinea l’Ateneo felsineo, “tutti i dipartimenti di area scientifico-biologica e chimica hanno risposto alla chiamata del Rettore e hanno offerto collaborazione”. Ad esempio, sempre per prevenire eventuali carenze di materiali nell’unità operativa di Microbiologia del Sant’Orsola, che effettua i tamponi, i dipartimenti di Farmacia e biotecnologie e di Chimica industriale hanno fornito mascherine, guanti e reagenti per i test. Allo stesso modo, sottolinea Violante, “il dipartimento di Scienze mediche veterinarie ci ha contattato perché aveva cinque respiratori per uso umano, di cui tre sono già stati messi a disposizione del Policlinico”.

LEGGI ANCHE: “Ci dipingono come eroi, ma lavoriamo con la paura”. Parla un infermiere a Bologna

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

25 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»