hamburger menu

La Fiom avverte le imprese bolognesi: “Aumenti in busta o sarà conflitto”

A Bologna le aziende "sono andate bene anche durante il Covid: lo dicono i bilanci", sottolinea il segretario della Fiom, Michele Bulgarelli

Pubblicato:24-11-2022 16:44
Ultimo aggiornamento:24-11-2022 16:44
Canale: Bologna
Autore:
Bandiera della Fiom-Cgil di Bologna
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

BOLOGNA – I rinnovi contrattuali delle aziende di Bologna si traducano in “aumenti significativi” nelle buste paga dei metalmeccanici, altrimenti per la Fiom-Cgil si aprirà una stagione di “conflitto”. E’ l’avvertimento lanciato dal segretario delle tute blu bolognesi della Cgil, Michele Bulgarelli, intervenendo ieri alla presentazione del libro “La scalata dell’Everest in ciabatte” dedicato alla vertenza ex Saga Coffee.

LEGGI ANCHE: Le operaie che salvarono la fabbrica ai dipendenti di Facebook e Twitter: “Venite, vi insegniamo a lottare”

“QUI LE IMPRESE SONO ANDATE BENE ANCHE CON IL COVID”

Di fronte all’inflazione che aumenta, “c’è un messaggio- afferma Bulgarelli- che deve arrivare alle nostre imprese: visto che in questo territorio sono andate bene, i bilanci lo dicono, anche nel periodo Covid, con i rinnovi che si aprono devono esserci aumenti significativi per i lavoratori”. Se invece “non ci sarà questa disponibilità- aggiunge il sindacalista della Fiom- praticheremo quel conflitto che le lavoratrici dell’ex Saga ci hanno insegnato, perché anche da questa vertenza siamo usciti con la consapevolezza che la lotta paga sempre”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-11-24T16:44:49+01:00