Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Il 30 e 31 agosto inizia il presidio delle ‘mamme coraggio’ a Montecitorio

Giada Giunti: "Chiediamo un decreto legge immediato per fermare l'allontanamento dei minori con l'utilizzo di costrutti ascientifici quali Pas (alienazione parentale) e terminologie simili"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – A Montecitorio, il 30 e 31 agosto alle 15, inizia “il presidio delle mamme coraggio che combattono per riavere i propri figli, allontanati da perizie e decreti che le hanno definite iperprotettive, simbiotiche o alienanti”. La richiesta è di “un decreto legge immediato”, dichiara Giada Giunti vicepresidente di Verità Altre in un comunicato stampa congiunto con altre associazioni, come Maison Antigone di cui è presidente Michela Nacca, “e altre ‘mamme coraggio’ alle quali sono stati allontanati i figli con l’utilizzo di costrutti ascientifici quali Pas (alienazione parentale) e terminologie simili, nella totale violazione della normative vigenti, nazionali, sovranazionali, sentenze della Cassazione, convenzioni europee, soprattutto quella di Istanbul”.

Si tratta di “un dramma del secolo, un dramma nazionale- denuncia Giunti- 23 bambini allontanati ogni giorno, 8mila all’anno, chi parla di più di 160mila in un ventennio, chi riduce a 40 mila, anche se i dati sono frammentari e anche questo rappresenta un problema. I bambini che vengono separati dalle loro mamme vengono prelevati con la forza, alzati di peso tra le urla disperate e portati via in case famiglia o dal padre violento che ha chiesto la casa famiglia pur di allontanarlo dalla ex moglie e non pagare mantenimento ed altre spese”, afferma nel comunicato.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»