Condannati a 18 e 14 anni i fratelli che ferirono la piccola Noemi in un agguato a Napoli

Armando e Antonio Del Re sono ritenuti responsabili della sparatoria avvenuta il 3 maggio 2019 in piazza Nazionale a Napoli
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – Condannato a 18 anni di reclusione Armando Del Re e a 14 anni suo fratello Antonio, ritenuti responsabili dell’agguato a colpi di pistola esplosi tra la folla, avvenuto il 3 maggio 2019 in piazza Nazionale, a Napoli, nel quale venne anche gravemente ferita Noemi, la bambina che all’epoca dei fatti aveva 4 anni.

LEGGI ANCHE: Preso l’uomo che ha sparato a Noemi a Napoli, la bimba respira da sola

La giustizia ha fatto il suo corso – scrive in una nota Enza Rando, vicepresidente di Libera – e certamente non ripaga il dolore, le ferite e le sofferenze della piccola Noemi. Una sentenza che ci invita tutti a continuare ad impegnarci sempre di piu’ con corresponsabilita’ e maggiore consapevolezza per liberare il nostro paese dalle mafie e dalla corruzione ma soprattutto vuole offrire un segnale ai tanti giovani pronti ad arruolarsi al servizio della camorra e far capire che possono e devono scegliere una strada diversa da quella criminale che significa alla fine solo carcere e vivere una vita di nascosto. Libera si e’ costituita parte civile nel processo a fianco della famiglia di Noemi con il desiderio di dare un proprio contributo nell’attivita’ di ‘partecipazione e presenza responsabile’ nei territori per l’affermazione della cultura della legalita’ nei contesti in cui le organizzazioni criminali seminano terrore, rapinano risorse ed impediscono il progredire di una crescita culturale, economica, sociale e civile di un territorio. La memoria di questi terribili e orrendi momenti che ha vissuto Napoli e l’intero Paese – conclude Rando – dovrebbe diventare impegno di tutti contro le mafie, la corruzione,le sopraffazioni, le violenze”. 

LEGGI ANCHE: La piccola Noemi ha lasciato l’ospedale Santobono

 DE MAGISTRIS E CLEMENTE: “SODDISFATTI PER CONDANNE”

Esprimiamo soddisfazione per le condanne in primo grado a carico degli esecutori della sparatoria in piazza Nazionale che ha determinato il ferimento della piccola Noemi. Un forte plauso deve andare al lavoro delle forze dell’ordine e alla magistratura, che hanno reso in modo forte una pagina importante di verita’ al Paese, assicurando alla giustizia i responsabili di una fra le pagine piu’ dolorose per la nostra citta’ contro l’infanzia ed il diritto alla felicita’ delle nostre bambine e bambini. Esprimiamo ancora una volta sentimenti di stima ed ammirazione per la compostezza e ricerca di giustizia della famiglia: siamo stati al loro fianco stamane in aula per testimoniare la vicinanza di tutta la citta’, napoletane e napoletani onesti, schierati contro ogni tipo di violenza, progetto criminale e camorristico affinche’ il consenso e l’appartenenza a clan di malavita cedi il passo a pagine di riscatto e cambiamento”. Cosi’ il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e l’assessora ai Giovani Alessandra Clemente presenti oggi in aula insieme all’avvocato Fabio Maria Ferraris in rappresentanza dell’amministrazione comunale.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

23 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»