NEWS:

Tg Politico Parlamentare, edizione del 22 dicembre 2022

I titoli e il tg politico parlamentare della Dire

Pubblicato:22-12-2022 18:05
Ultimo aggiornamento:22-12-2022 18:06
Autore:

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

MANOVRA IN AULA, DOMANI LA FIDUCIA

Dalla stretta al reddito di cittadinanza alle pensioni minime fino allo smart working per i fragili. E poi il Pos, i mutui, il superbonus, le cartelle, il taglio del cuneo fiscale. La manovra approda in aula e domani affronterà il voto di fiducia. L’ultima polemica è su un emendamento da mezzo miliardo di euro approvato per aiutare i comuni, ma che verrà cancellato perchè non è coperto dal punto di vista finanziario. Il segretario uscente del Pd Enrico Letta definisce questa manovra come “la più pasticciata degli ultimi vent’anni”. Intanto, il sottosegretario leghista Claudio Durigon annuncia le risorse per cambiare Opzione donna nel decreto Milleproroghe, mentre la premier Giorgia Meloni è in partenza per l’Iraq dove andrà a fare gli auguri ai militari italiani.

SCONTRO SULLA CACCIA AI CINGHIALI IN CITTÀ

La misura approvata in manovra che consente la caccia in città per abbattere gli animali selvatici è accolta con entusiasmo da Coldiretti. L’associazione delle imprese agricole parla di un’invasione di cinghiali in Italia, uno ogni ventisei abitanti, per un totale di oltre due milioni di esemplari. “I branchi si spingono sempre più vicini ad abitazioni e scuole, fino ai parchi, distruggono i raccolti, aggrediscono gli animali”, dice il presidente di Coldiretti Ettore Prandini, lanciando l’allarme anche sugli incidenti che coinvolgono auto e moto. Critici gli animalisti che denunciano favori alle lobby dei cacciatori e delle armi, e temono i fucili nelle strade delle città.

PD, CONFRONTO BONACCINI-DE MICHELI-SCHLEIN

I tre candidati alla segreteria del Pd si sono sfidati nel corso di un confronto organizzato nella sede del partito. Elly Schlein ha invitato tutti a non fare “una resa dei conti identitaria, ma a costruire insieme il nuovo Partito democratico, con una visione comprensibile alle persone”. Stefano Bonaccini ha rilanciato “la vocazione maggioritaria” e annuncia di voler contrastare “i rigurgiti identitari perchè sarebbe la fine del Pd”, sottolinea. Infine, Paola De Micheli chiede di anticipare il congresso a fine gennaio.


IL PAPA CONTRO LA VIOLENZA E LE ARMI

“Non esiste solo la violenza delle armi, esiste anche la violenza verbale e quella dell’abuso di potere”. E’ il monito lanciato da Papa Francesco durante un incontro con la Curia romana. “Non bisogna approfittare della propria posizione e del proprio ruolo per mortificare l’altro”, dice Bergoglio.
Il Papa è consapevole di dire parole che possono suonare “dure e forti”, ma, sottolinea, “è bene riservare le carezze solo agli affaticati e agli oppressi”. Il Pontefice torna a parlare anche della guerra: “Mai come in questo momento sentiamo un grande desiderio di pace”, ricorda citando “la martoriata Ucraina e i tanti conflitti in diverse parti del mondo. La guerra e la violenza sono sempre un fallimento. La religione- conclude Bergoglio- non deve prestarsi ad alimentare conflitti. In nome di nessun Dio si può dichiarare ‘santa’ una guerra”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy