NEWS:

VIDEO | ‘Noi siamo l’ambiente’, i consigli di Marco Fioravanti per la ‘rivoluzione verde’

Dal sindaco di Ascoli Piceno una guida con suggerimenti pratici sia per i cittadini che per gli amministratori

Pubblicato:22-11-2023 20:06
Ultimo aggiornamento:24-11-2023 10:21
Autore:

FacebookLinkedIn

ROMA – ‘Noi siamo l’ambiente’. È questo il titolo del nuovo libro di Marco Fioravanti, sindaco di Ascoli Piceno, presentato a Roma a Palazzo Ferrajoli. Oltre 200 le persone presenti. “Nel volume viene illustrata una nuova visione ecologico-culturale, una vera e propria ‘rivoluzione’ che parte da tutti noi” ha spiegato Fioravanti, già autore del volume ‘Crea, credi, cambia’.

“Informazione, studio, impegno e creatività- ha aggiunto- sono le marce in più per arrivare a un reale cambiamento, che superi sia lo scetticismo di chi si rifiuta di vedere cosa sta accadendo alla Terra sia il catastrofismo di chi le attribuisce un destino già segnato. Questo libro permette di dare voce a cittadini, imprese, aziende e a tutti coloro che, in silenzio e con piccoli gesti, giorno dopo giorno si impegnano a mettere in atto una vera transizione ecologica. Il volume è un manifesto di trasformazione ambientale, che mette al centro lo sviluppo socio-economico e la crescita del capitale umano attraverso un nuovo modello di governance in cui i veri protagonisti sono i territori, i sindaci e tutti i cittadini. E allora accendiamo il cervello: è il momento di agire nel presente, per riprenderci il nostro futuro”.

A moderare l’incontro, in dialogo con l’autore, è stata la giornalista, editorialista Angelica Bianco. Presente tra gli ospiti istituzionali il sottosegretario al ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica Claudio Barbaro. Tra le personalità che hanno da sempre sostenuto il tema ambiente Raimondo Grassi (Tea Energia), pioniere dell’agrivoltaico e del fotovoltaico in Italia.

“Rimbocchiamoci le maniche, e agiamo per migliorare il nostro futuro” ha concluso Fioravanti . La presentazione è quindi terminata con un brindisi fatto di bollicine della cantina Fantini.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


FacebookLinkedIn