Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Pediatria, edizione del 22 ottobre 2020

È online l'edizione settimanale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

– SALUTE MENTALE, IL NEUROPSICHIATRA: MINORI ARRIVANO TARDI A SERVIZI PUBBLICI

“La presa in carico tardiva dei minori con disturbi mentali da parte dei servizi pubblici è un problema diffuso in Italia, con conseguenze molto serie per i bambini che crescono senza assistenza”. Lo dice il neuropsichiatra Francesco Montecchi che il 25 ottobre presenterà il suo libro ‘Psicopatologia dell’infanzia e dell’adolescenza. Percorsi terapeutici’ alla seconda giornata precongressuale IdO.

– VACCINO, SIP: RISPOSTA COPERTURA FINO A 90% PER INFLUENZA B

“L’efficacia del vaccino dell’influenza non è al 100%, lo sappiamo tutti, ma non c’e’ nessun vaccino totalmente efficace. Abbiamo però una buona ‘effectiveness’ calcolata da studi internazionali, che riportano una risposta di copertura tra il 60 e il 90% per l’influenza B, quella che colpisce maggiormente i bambini, ed è quindi una buona copertura”. Lo dichiara Elena Bozzola, segretario nazionale Sip, nel corso della diretta Facebook ‘Come distinguere il Covid-19 dall’influenza’.

– SCUOLA, SIPPS: SBAGLIATO CHIUDERE IN CAMPANIA, CONTAGI ALTROVE

“La decisione di chiudere le scuole in Campania non va bene, perché i contagi non avvengono nella scuola. Anzi, è il posto più sicuro con norme maniacali per evitare la diffusione del virus. Si rispetta la distanza, ci sono i banchi monoposto, le mascherine, il lavaggio delle mani e ho seguito tanti dirigenti in percorsi eccezionali”. Giuseppe Di Mauro, presidente Sipps, commenta così la decisione del governatore della Campania, Vincenzo De Luca.

– ‘PROGETTO NASCITA’, ACP: MONITORATI 5.132 NEONATI DA 140 PEDIATRI

“Il ‘Progetto nascita’ è un lavoro di ricerca originale che coinvolge la Pediatria delle cure primarie e ha lo scopo di monitorare, con approccio osservazionale prospettico, lo sviluppo fisico, cognitivo e psicologico di una corte di bambini da 0 a 6 anni, per valutare tutti i fattori determinanti che possono interferire. Nel progetto sono stati inseriti 5.132 neonati, assistiti da 140 pediatri di famiglia”. Lo presenta Federica Zanetto, presidente Acp, parlando di alcune iniziative illustrate nel corso del 32mo Congresso nazionale.

– COVID-19, AL VIA REGISTRO INTERNAZIONALE ETA’ PEDIATRICA

“Nel mondo pediatrico e neonatale, per la scarsità dei casi Covid, non abbiamo dati di alta qualità sulle terapie e il follow up dei pazienti. Non abbiamo ancora capito, ad esempio, se neonati o lattanti presentano un rischio maggiore di forme gravi rispetto ai bimbi più grandi, perché i dati sono discordanti”. Così Daniele De Luca, presidente eletto dell’Espnic, ha presentato al 74mo Congresso nazionale Siaarti il lancio del registro internazionale ‘Epicentre’ per la raccolta di dati epidemiologici certi sulla malattia in età pediatrica e neonatale.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»