NEWS:

Arrestato Minenna, ex direttore Dogane ora assessore in Calabria. Occhiuto: “Mia fiducia confermata”

L'inchiesta è della Procura di Forlì e della Dda di Bologna: arrestato anche l'ex parlamentare Pini della Lega. Occhiuto: "Sono certo che Minenna dimostrerà la sua estraneità"

Pubblicato:22-06-2023 15:03
Ultimo aggiornamento:23-06-2023 12:38
Autore:

marcello minenna
FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – Arrestato con l’accusa di corruzione l’ex direttore dell’agenzia delle Dogane Marcello Minenna, attualmente assessore regionale all’Ambiente in Calabria (e in precedenza assessore a Roma). L’inchiesta è della Procura di Forlì con il coordinamento della Dda di Bologna. Minenna è agli arresti domiciliari. Arrestato (sempre ai domiciliari) anche l’ex parlamentare Gianluca Pini (è stato in Parlamento in quota Lega fino al 2018) e altri funzionari della prefettura di Ravenna e dell’Ausl Romagna. Complessivamente le misure cautelari sono 34 e sono stati sequestrati 63 milioni di euro.

PINI E MINENNA GUADAGNARONO SULLA PANDEMIA

L’indagine riguarda vari episodi di corruzione legati anche alla gestione della fornitura di mascherine durante l’epoca del Covid. Al filone di inchiesta gli inquirenti sono arrivati a partire da un caso di traffico di droga nel gennaio 2020. Pini, secondo le accuse, avrebbe fornito all’Ausl della Romagna 3,3 milioni di mascherine dalla Cina (per sei milioni di euro): era il momento in cui le mascherine erano introvabili. L’inchiesta ipotizza rapporti corruttivi tra l’ex parlamentare” e i “vertici dell’Agenzia delle Dogane” e l’accusa nei confronti dei due è quella di aver lucrato sulla pandemia.

OCCHIUTO: “FACCIO MIE LE DELEGHE DI MINENNA, CERTO CHE DIMOSTRERÀ ESTRANEITÀ”

“A seguito della sospensione – automatica e prevista dalla legge – dell’assessore Marcello Minenna, ho fatto mie le sue deleghe, in modo che il lavoro della Regione possa andare avanti nelle prossime settimane senza particolari scossoni”: lo afferma in una nota Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria. “La giustizia farà il suo corso e rispetto l’operato della magistratura- prosegue Occhiuto- ma allo stesso tempo voglio confermare la mia fiducia a Marcello Minenna, che in questi mesi in Calabria ha svolto molto bene il proprio lavoro, in modo particolare per quanto riguarda i fondi comunitari. I fatti che gli vengono contestati dalla Procura di Forlì riguardano il periodo nel quale Minenna è stato direttore dell’Agenzia delle Dogane: sono certo che dimostrerà la sua estraneità”.


Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy