Fuochi d’artificio in tutto il Giappone contro l’ansia da coronavirus

Uno spettacolo pirotecnico a sorpresa per 'sollevare' la popolazione dalle preoccupazioni causate dalla pandemia di Covid-19
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

TOKYO – In una delle prossime notti, in data ancora mantenuta segreta, i cieli di tutto il Giappone si illumineranno con spettacoli pirotecnici simultanei. L’iniziativa è organizzata dai principali produttori di fuochi d’artificio, con lo scopo di sollevare la popolazione dalle preoccupazioni causate dalla pandemia di Covid-19 e di dare visibilità ad un settore in crisi.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, strade giapponesi affollate dopo la revoca dello stato di emergenza

 

I fuochi d’artificio hanno una tradizione secolare in Giappone, essendo i protagonisti dei numerosi festival estivi annuali e nascono nella tradizione come strumento per allontanare la sfortuna e le epidemie. Quest’anno, a causa della forzata cancellazione dei vari festival a causa del coronavirus, i produttori di fuochi d’artificio si trovano ad affrontare una situazione economica precaria: da qui la decisione di lanciare il progetto, denominato ‘Cheer Up! Fireworks Project‘.

“Tutti hanno perso la loro energia a causa del coronavirus e in questi tempi bui volevamo rallegrarli”, ha affermato Hiroshi Oguchi, a capo della terza generazione della San-en Fireworks Co. di Shizuoka, nel Giappone centrale. “Inoltre, i fuochi d’artificio giapponesi sono nati per allontanare la sfortuna e le malattie, e quindi risulta molto coerente con la crisi di questi tempi”. Sono circa 130 le aziende di tutto il paese che parteciperanno all’evento.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

22 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»