Coronavirus, Conte: “Supermercati aperti, non create code”

Il premier elenca i servizi e i negozi che resteranno aperti: farmacie e parafarmacie e tutti i servizi pubblici esenziali come i trasporti
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Nel suo discorso in diretta, il premier Giuseppe Conte elenca i servizi e i negozi che resteranno aperti: “Continueranno a rimanere aperti tutti i supermercati, tutti i negozi di generi alimentari e di prima necessita’. Non abbiamo previsto nessuna restrizione sugli orari di apertura dei supermercati. Non c’e’ ragione – spiega Conte – di fare una corsa agli acquisti e di creare code che in questo momento non si giustificano affatto. Continueranno a rimanere aperti farmacie e parafarmacie. Assicureremo i servizi bancari, postali, assicurativi, finanziari, assicureremo tutti i servizi pubblici esenziali, ad esempio i trasporti. Anche tutte le attivita’ funzionali a quelle essenziali”. Le nuove misure restrittive annunciate da Giuseppe Conte sono valide, precisa Palazzo Chigi fino al 3 aprile.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Coronavirus, da Milano a Roma lunghe file in strada davanti ai supermercati

“La nostra comunita’ deve stringersi forte- aggiunge Conte- come un catena a protezione della vita, se cedesse anche solo un anello questa protezione verrebbe meno esponendoci a pericolo piu’ grandi. I passi indietro che stiamo facendo saranno una rincorsa per ripartire. Uniti ce la faremo”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

22 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»