Roma, Pelonzi (Pd): “Quattro anni di Raggi, il giudizio è totalmente fallimentare”

Per quanto riguarda il nome del prossimo candidato sindaco, Pelonzi aggiunge: "Il Pd deve essere il perno centrale di una coalizione larga"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Il bilancio di questi quattro anni di Raggi? Sono stati quattro anni persi per Roma. Sui trasporti non c’e’ stato alcun passo in avanti significativo, anzi ci sono stati problemi sul prolungamento delle metro, con Atac in concordato. Sul bilancio, la tanto annunciata operazione di rilancio dei conti comunali non e’ stata messa in campo e anzi sono state messe in pericolo le aziende municipalizzate che erogano servizi. Sul tema dei rifiuti basti ricordare che la citta’ e’ stata invasa da animali selvatici a causa della loro incapacita’ di dare una risposta sulla raccolta differenziata e sul ciclo industriale di Ama”. Cosi’ il capogruppo del Pd in Campidoglio, Giulio Pelonzi, nel corso di un’intervista con l’agenzia Dire nell’ambito della rubrica Direzione Roma.

“Ed ancora- ha aggiunto Pelonzi– sul sociale non sono stati aumentati gli strumenti di assistenza alle persone piu’ fragili. Ed infine sul tema dell’urbanistica le richieste del Prg come le principali convenzioni, come gli ex mercati o piazza nei Navigatori sono ancora bloccati con l’edilizia ferma. E potrei continuare anche con lo sport e la cultura che vive un drammatico momento. Il giudizio e’ totalmente fallimentare“.

PEZZI PD FAVOREVOLI A UN RAGGI BIS? FUORI I NOMI

“Ho letto una notizia- prosegue Pelonzi- secondo cui parti del Pd non sarebbero sfavorevoli a una ricandidatura di Virginia Raggi. Presentatemele queste parti del Pd, perche’ qui ribadisco che noi non appoggeremo mai la Raggi, e anche a una richiesta di dialogo chiudiamo la porta in faccia”.

“Avendo un giudizio cosi’ negativo sull’amministrazione Raggi auspichiamo, per la citta’, che lei non si ricandidi– aggiunge Pelonzi– Ma non vogliamo entrare nelle loro dinamiche: i 5 stelle sono in continuo litigio, con la conseguenza di bloccare l’attivita’ istituzionale, come per la delibera sull’osp, che stenta a uscire per loro litigi, danneggiando i commercianti”.

DIALOGO SU CANDIDATO SINDACO, PD PERNO COALIZIONE LARGA

“Trovare un candidato sindaco all’altezza e’ certamente importante per una ragione: credo che questa volta non basti la matematica, ovvero la somma dei partiti della coalizione. Per vincere serve un passo in piu’, serve l’algebra: bisogna trovare un progetto che rilanci Roma per i prossimi 10 anni“. Cosi’ il capogruppo del Pd in Campidoglio, Giulio Pelonzi, nel corso di un’intervista con l’agenzia Dire nell’ambito della rubrica Direzione Roma.

“Serve una condivisione di idee e noi abbiamo gia’ iniziato con la produzione di alcuni atti come le delibere sull’osp, sui centri sportivi e sui centri educativi. Questi sono gia’ dei punti di proposta che anticipano il programma. Credo che all’approssimarsi dell’estate dovremo iniziare, con chi li condivide, un dialogo intenso che vada anche oltre i partiti. Il Pd deve essere il perno centrale di una coalizione larga“.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

20 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»