Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Confcommercio Roma: “Rivedere le ztl e basta bazar. E attenzione all’usura”

chevallard
La riflessione durante un incontro pubblico con il candidato sindaco di Roma e leader di Azione, Carlo Calenda
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Chiediamo ai candidati sindaci di assicurare, nella prossima consiliatura, ascolto e partecipazione, cosa che non sempre è successa nel recente passato quando c’era chi riteneva che i corpi intermedi fossero un elemento di disturbo. Roma deve essere trattata da Capitale, servono riforme per dare alla città quelle risorse necessarie per fare investimenti per ammodernare servizi e infrastrutture”. Così il commissario di Confcommercio Roma, Andrea Chevallard, in occasione di un incontro pubblico con il candidato sindaco di Roma e leader di Azione, Carlo Calenda.

“Roma- ha aggiunto Chevallard che poi ha elencato alcune proposte della sua associazione- può diventare la Capitale del terziario e dei servizi pubblici e di mercato. Deve essere attrattiva per gli eventi internazionali, gli spettacoli e lo sport. Dobbiamo far tornare i romani nel centro storico, incentivando una nuova residenzialità e arginando il proliferare di bed and breakfast. Chiediamo una revisione della Ztl, che non tiene conto dei reali flussi di mobilità. C’è poi c’è il tema della sicurezza e dell’usura. Il Comune deve poi reprimere l’abusivismo commerciale, i bazar agli angoli delle strade con tutti prodotti falsificati”. Ed ancora, ha proseguito Chevallard, “sui rifiuti la situazione è drammatica ma c’è anche il tema della revisione dei tributi locali che devono aiutare le imprese a ripartire. Va infine valorizzato il mare di Roma e Ostia che deve diventare un asse di interesse per il turismo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»