VIDEO | Caso Cucchi, Gabrielli: “Sì a scuse famiglia ma serve rispetto da tutti”

Così il capo della Polizia a margine di un evento al commissariato di Scampia, rispondendo ai giornalisti sulla vicenda Cucchi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “I familiari di una vittima hanno diritto di chiedere giustizia. Non chiedono altro di più che quello che uno Stato dovrebbe dargli”. Così il capo della Polizia Franco Gabrielli, a margine di un evento al commissariato di Scampia, rispondendo ai giornalisti sulla vicenda Cucchi.

Sulla questione delle eventuali scuse alla famiglia di Stefano, alla luce della sentenza di condanna, Gabrielli ha risposto che “sì” andrebbero fatte e ha sottolineato che “queste vicende, purtroppo, si colorano di interpretazioni, di strumentalizzazioni” così come strumentalizzate possono essere anche “le stesse intenzioni dei familiari”. “Molto spesso – prosegue – quando si esprimono giudizi lo si fa con la emotività del momento e senza tener conto che le cose, magari, sono più complesse. Tutti dovrebbero avere un briciolo di rispetto e di attenzione. Tutti quelli che hanno espresso giudizi avventati dovrebbero riflettere. Essendo questa una sentenza di primo grado che dovrà passare al vaglio di un appello e della Cassazione, anche un’enfasi esattamente contraria – conclude – dovrebbe essere contenuta”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»