VIDEO | L’ironia di De Luca: “Azzolina e Bonafede? Eccellenze assolute”

"Alcuni capi della camorra erano a casa loro, in poltrona, mentre il ministro della Giustizia era impegnato ad aggiustarsi la pochette nella sua giacca"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print
NAPOLI – “Nel governo abbiamo due eccellenze assolute: il ministro della Pubblica Istruzione e il ministro della Giustizia. Era difficile trovare di meglio”. Queste le critiche lanciate ai ministri Lucia Azzolina e Alfonso Bonafede da Vincenzo De Luca, presidente Pd della Regione Campania, nel corso di una diretta su Facebook. “Abbiamo appreso dai giornali – dice riferendosi al Guardasigilli – che alcuni capi della camorra erano a casa loro, in poltrona, si stavano rilassando, qualcuno prendeva il reddito di cittadinanza. Il ministro della Giustizia, intanto, era impegnato ad aggiustarsi la pochette nella sua giacca di due misure inferiori a quello che sarebbe necessario”. De Luca spiega di non trovare le “parole adatte” a descrivere “questo mondo che abbiamo avuto la fortuna di conoscere”. Poi, riferendosi ad Azzolina, spiega che la scuola “e’ stato il settore piu’ massacrato e totalmente subordinato alle logiche della politica politicante. Non so come e quando aprira’ l’anno scolastico, di questo esprimiamo profonda gratitudine al ministro della Pubblica Istruzione”. 
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

19 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»