fbpx

Tg politico, edizione del 18 ottobre 2019

“MAI IN PIAZZA CON CASAPOUND”, CARFAGNA SFIDA BERLUSCONI 

Scintille in Forza Italia alla vigilia della manifestazione di piazza San Giovanni organizzata da Matteo Salvini. La kermesse sovranista ‘Orgoglio italiano’ divide il partito di Silvio Berlusconi. Mara Carfagna non ne vuole sapere di protestare assieme ai neofascisti di Casapound. “Non mi interessa- ribatte Silvio Berlusconi- se c’è un rischio per la libertà io vado dappertutto”. E incorona Matteo Salvini nuovo leader del centrodestra: “Ha più voti, logico che sia lui”.

LA PROVOCAZIONE DI GRILLO: TOGLIERE VOTO AGLI ANZIANI

E se togliessimo il voto agli anziani? L’ultima provocazione di Beppe Grillo è quella di impedire il voto a chi si trova “in contrasto con gli interessi dei giovani”. Il fondatore del Movimento Cinque Stelle ricorda che l’idea nasce dal presupposto che raggiunta una certa età i cittadini saranno meno preoccupati del futuro rispetto alle giovani generazioni. L’idea viene stroncata da Giorgia Meloni e da Matteo Salvini che lo liquida come “scemo”.

ADDIO A BONAIUTI, BERLUSCONI LO RICORDA

Questa mattina nella chiesa di Sant’Ivo alla Sapienza, che si trova proprio accanto al Senato, si è tenuto il funerale di Paolo Bonaiuti. Storico portavoce di Silvio Berlusconi, malato da tempo, e’ venuto a mancare due giorni fa a 79 anni. Bonaiuti ha passato una vita in Forza Italia per poi passare, al termine della sua carriera politica, nel Nuovo centrodestra fondato da Angelino Alfano. Silvio Berlusconi lo ha ricordato con commozione: “Era un gentiluomo, siamo sempre rimasti amici, anche quando andò in un altro partito”, ha detto l’ex premier.

AL VIA FESTIVAL DIGITALIZZAZIONE: SIA MATERIA SCOLASTICA

L’Italia è agli ultimi posti in Europa nella digitalizzazione, solo 3 persone su 10 sono connesse. L’alfabetizzazione informatica deve dunque diventare una priorità. Il Senato ospita la presentazione del Digital Meet 2019, il festival sull’alfabetizzazione digitale, con la proposta lanciata dal senatore Questore Antonio De Poli: inserire la digitalizzazione come materia scolastica. In più: formazione continua per i lavoratori e sgravi fiscali per le aziende. ‘Il gap dal resto d’Europa va ridotto, serve una rivoluzione digitale’, avverte il senatore.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

18 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»