Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Consiglio dei Ministri vota il rinnovo delle missioni, ora il testo alle Camere

La deliberazione è stata adottata previa comunicazione al presidente della Repubblica e sarà successivamente trasmessa alle Camere per la discussione e l'autorizzazione con appositi atti di indirizzo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA –  Il Consiglio dei Ministri, ieri sera, ha votato il rinnovo delle missioni internazionali e delle iniziative di cooperazione allo sviluppo presentate dal Ministro degli Esteri Luigi Di Maio e dal Ministro della Difesa Lorenzo Guerini. La deliberazione è stata adottata previa comunicazione al presidente della Repubblica e sarà successivamente trasmessa alle Camere per la discussione e l’autorizzazione con appositi atti di indirizzo.

LA DELIBERA

La delibera concentra forze e risorse nelle aree di prioritario interesse per l’Italia valorizzandone al massimo in termini di sicurezza, anche in relazione ai riflessi interni e di tutela degli interessi nazionali, e vede la Difesa impegnata nelle aree di maggior rilievo strategico per il Paese. Il provvedimento approvato fa riferimento al concetto di “Mediterraneo Allargato” nella sua accezione di spazio geopolitico multidimensionale che ricomprende culture e società differenti ma sempre più strettamente interconnesse, dal punto di vista economico e della stabilità, e caratterizzate da crisi e problematiche i cui effetti si riverberano, inevitabilmente, sull’Europa. L’impegno italiano nel mondo – nello specifico – si sostanzia in complessive 40 missioni per l’anno 2021, prevedendo la conferma delle 38 missioni internazionali già in atto nel 2020 in tre continenti e l’avvio di 2 nuove operazioni: nello Stretto di Hormuz con l’impiego di un dispositivo aeronavale nazionale per attività di presenza, sorveglianza e sicurezza, nell’ambito dell’iniziativa multinazionale europea EMASOH, e in Somalia dove un rappresentante italiano prenderà parte all’United Nations Assistance Mission

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»