Zaia punta a somministrare il richiamo del vaccino ai turisti in vacanza in Veneto

CERIMONIA DI INAUGURAZIONE DEL NUOVO ANNO SCOLASTICO A VO'
Il governatore vorrebbe poter offrire la seconda dose a italiani e stranieri in villeggiatura sul territorio: "Se non ci sono impedimenti a livello nazionale che problema c'è?"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VENEZIA – Il Veneto punta a somministrare la seconda dose di vaccino contro il Covid ai turisti in vacanza sul suo territorio, sia italiani che stranieri. Lo spiega il presidente della Regione Luca Zaia a ‘Mattino 5’.

“È difficile da organizzare, ma se non ci sono limiti a livello nazionale noi questo servizio lo vorremmo erogare… Se mi arriva un lombardo piuttosto che un siciliano o un cittadino di Berlino e mi dice ‘io ho fatto la prima dose vorrei fare la seconda’, se non ci sono impedimenti a livello nazionale che problema c’è?“.

LEGGI ANCHE: Zaia ha ricevuto la prima dose di vaccino Pfizer

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»