Aggiungi un posto a tavola che c’è un Renzi in più…

L'editoriale di Nico Perrone, direttore dell'Agenzia di stampa Dire, per Direoggi | Edizione del 17 settembre
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Stasera la benedizione ufficiale da Bruno Vespa a Porta a Porta e poi si parte per costruire il futuro. Un futuro che, nei piani di Matteo Renzi, sarà bellissimo. E pieno di opportunità, soprattutto per quanti lo seguiranno. Eh sì, perché il primo effetto che sortirà la mossa di Renzi e la nascita della nuova forza politica, sarà immediato: quando la maggioranza di Governo si metterà a tavola per decidere… dovranno aggiungere una sedia, per Matteo Renzi appunto. Che col sorriso e pieno di buone intenzioni reclamerà la sua quota di potere. La partita, nei Palazzi della politica, d’ora in poi si sposterà sul piano della legge elettorale.

Come si voterà alle prossime elezioni politiche? Il leader della Lega, pena la sconfitta, ha bisogno di un sistema simil-maggioritario, per far valere la forza di chi arriva primo e prendersi pieni poteri. Chiaro che, a tutti gli altri, conviene il proporzionale puro, senza l’attuale quota maggioritaria, così ognuno corre e dopo, fatti i conti dei seggi, si deciderà quale Governo nascerà. Renzi punta sul proporzionale, perché fatti due conti, alla fine, ci sarà una Lega che con FdI arriverà ad un 35-37%, lo stesso dall’altra parte con Pd e M5S.

In questo scenario, una forza liberale, riformista e moderata guidata dalla “versione fiorentina di Tony Blair”, potrebbe dare una prospettiva politica anche in chi dentro Forza Italia non vuol finire al macero o leghista. Nel partito di Berlusconi c’è movimento, a quanto risulta Mara Carfagna si sta dando molto da fare per raggruppare i parlamentari, e sono tanti, scontenti dell’attuale andazzo. Alla fine le due intenzioni potrebbero convergere, puntando a far nascere un’area politica che col suo 12-15% di voti al dunque potrà decidere chi far vincere, il centro-destra o il centro-sinistra. Ti pare poco?

Leggi qui l’edizione di DireOggi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

17 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»