NEWS:

Tg Politico Parlamentare, edizione del 17 luglio 2023

Si parla di condono, reato di concorso esterno, Filippo Facci, ingresso di D'Amato in Azione

Pubblicato:17-07-2023 17:44
Ultimo aggiornamento:17-07-2023 18:13

tg-politico-17-luglio
FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

SALVINI RILANCIA IL CONDONO, SCONTRO CON RUFFINI

“La pace fiscale è un vantaggio per lo Stato”, dice Matteo Salvini che rilancia l’idea di un condono per i 15 milioni di cittadini che hanno un debito con il Fisco inferiore ai 30 mila euro. Secondo il vice premier, gli italiani sono “ostaggio” dell’Agenzia delle entrate. Parole che non sono piaciute al direttore Ernesto Maria Ruffini perchè, sottolinea, “la lotta all’evasione non è una volontà di perseguitare, ma un atto di giustizia verso chi le tasse le paga”. Dopo il via libera della Camera è iniziata al Senato la discussione sulla delega fiscale, il Tesoro però rimane freddo sulla proposta di Salvini e studia una nuova sanatoria per i possessori di grandi patrimoni che escono allo scoperto con l’Agenzia delle entrate.

MAFIA, DIETROFRONT NORDIO SU CONCORSO ESTERNO

Si avvicina il 19 luglio, giorno della strage in via D’Amelio di 31 anni fa, e si torna a parlare di mafia. Il ministro della Giustizia, Carlo Nordio, dopo aver paventato la possibilità di cambiare il reato di concorso esterno in associazione mafiosa, ha ricevuto un stop dalla premier Giorgia Meloni. Immediato il dietrofront del Guardasigilli che si è poi detto in sintonia con la presidente del Consiglio. Nel frattempo Marina Berlusconi, numero uno di Fininvest, si è sfogata in una lettera a Il Giornale in cui attacca i pm fiorentini che stanno nuovamente indagando sui mandanti delle stragi mafiose del 1993, ipotizzando che tra loro ci fosse anche il padre. “Papà – scrive la figlia – viene perseguitato anche dopo la morte: sono gli assurdi teoremi di certi magistrati intoccabili”. In occasione del ricordo del 19 luglio, infine, Fratelli d’Italia organizza per venerdì a Palermo un convegno sulla mafia. “Parlarne aiuta a sconfiggerla”, spiega il capogruppo Fdi alla Camera, Tommaso Foti, citando Paolo Borsellino.

LA RAI CANCELLA IL PROGRAMMA DI FILIPPO FACCI

E’ arrivato l’annuncio ufficiale: la Rai non manderà in onda il programma di Filippo Facci. Lo ha deciso l’amministratore delegato Roberto Sergio, dopo le polemiche per un articolo scritto dal giornalista sul caso di Leonardo La Russa, il figlio del presidente del Senato accusato di stupro. Annullata quindi la trasmissione “I facci vostri”, una fascia di cinque minuti prima del Tg2 prevista per settembre. Pd e Cinquestelle plaudono a viale Mazzini e rivendicano la battaglia fatta contro il programma. Per la presidente della commissione di Vigilanza Rai Barbara Floridia “si tratta di un messaggio importante e positivo che l’azienda manda all’opinione pubblica. La parità di genere e la lotta al sessismo- dice- sono principi che vengono prima di ogni altra cosa e su cui la Rai non poteva e non può derogare in nessun caso”.


CALENDA ANNUNCIA INGRESSO D’AMATO IN AZIONE

L’ex assessore alla Sanità del Lazio al tempo del Covid, Alessio D’Amato, passa con Azione. Lo annuncia Carlo Calenda, durante una conferenza stampa in Senato insieme all’ex consigliere regionale del Pd. “Do il benvenuto a D’Amato- dice il leader di Azione- farà parte della segreteria nazionale e porterà nel nostro partito quel pragmatismo già mostrato durante la campagna vaccinale”. Lo stesso ex assessore, nel rivendicare i suoi successi nella lotta al Covid, “divenuti un modello a livello nazionale e non solo”, promette di dare il proprio contributo sul fronte riformista. Senza risparmiare qualche stoccata al suo vecchio partito: “Quando sollevai critiche rispetto a una posizione subalterna del Pd nei confronti del Movimento 5 Stelle non ricevetti nessuna risposta”. Infine la promessa di Calenda: “Ci saranno nuovi ingressi, ma non sarà una campagna acquisti”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy