VIDEO | Roma onora Ennio Morricone e gli dedica l’Auditorium Parco della Musica

La decisione e' stata suggellata dal voto unanime dell'Assemblea capitolina, riunita in seduta straordinaria alla presenza della famiglia del maestro e di alcuni suoi storici amici
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – L’Auditorium Parco della Musica di Roma e’ stato intitolato a Ennio Morricone. La decisione e’ stata suggellata dal voto unanime dell’Assemblea capitolina, questa mattina, riunita in seduta straordinaria alla presenza della famiglia del maestro, scomparso il 6 luglio, e di alcuni suoi storici amici tra cui il regista Giuseppe Tornatore e il compositore Nicola Piovani. 

LEGGI ANCHE: C’era una volta Ennio Morricone, compositore da Oscar

Il voto alla mozione che ufficializza la decisione di ribattezzare “l’Auditorium Ennio Morricone” e’ arrivato al termine di una serie di interventi in Aula, tra cui quello della sindaca Virginia Raggi. Ma durante i lavori di quella che e’ stata piu’ una cerimonia del maestro che una seduta d’aula, sono state anche eseguite alcune sue celebri melodie da parte di una formazione ridotta dell’orchestra all’Accademia di Santa Cecilia: il “Tema di Deborah”, salutato da scroscianti applausi, e poi “Il Prato”. 

“Quello votato oggi- ha detto il presidente dell’Assemblea capitolina, Marcello De Vito- e’ stato un moto unanime e un atto doveroso e indispensabile della citta’ di Roma per ricordare un compositore che ha scritto melodie leggendarie che resteranno scolpite nella storia della musica”. De Vito ha poi ricordato che “partira’ anche l’iter per dedicargli un toponimo”, quindi una strada o una piazza, e un altro centro culturale della citta’. 

“La velocita’ e la spontaneita’ di questa decisione e’ stata quasi sconvolgente per la mia famiglia- ha commentato il figlio di Ennio, Marco, intervenuto in Aula prima di Piovani e Tornatore- Perdonatemi per le mie poche parole ma mi sento un po’ con la lacrima facile“. 

Tra gli ospiti in Aula erano presenti anche Giovanni Malago’ e Giorgio Assumma. A sorpresa, alla fine della seduta, si e’ presentato anche Renato Zero. Era assente, invece, la moglie di Morricone, Maria.

TORNATORE: “AUDITORIUM ROMA A MORRICONE LO RENDE PIU’ PRESTIGIOSO”

“Nel corso della mia carriera ho avuto molta fortuna e molti privilegi. Il piu’ bello e’ stato quello di aver conosciuto Ennio Morricone. L’ho frequentato per 32 anni e abbiamo lavorato insieme in tanti film. Ma possiamo dire che, in quasi 80 anni, Morricone ha musicato la nostra vita regalandoci emozioni indimenticabili. Intitolargli l’Auditorium rilancera’ ancora di piu’ il prestigio del Parco della Musica e forse servira’ a connotare Roma ancora di piu’ per quello che deve essere: una citta’ di bellezza, grandiosita’ e intelligenza”. Cosi’ il regista Giuseppe Tornatore questa mattina nel corso della seduta dell’Assemblea capitolina. “Lui amava i silenzi- ha concluso Tornatore con la voce rotta- diceva che e’ nelle pause che si apprezza la musica. Ma quello di adesso e’ troppo lungo. Chissa’, forse si tratta di un suo ennesimo esperimento musicale. Tornatore poi ha annunciato che “entro fine anno sara’ pronto un documentario dedicato al maestro”.

PIOVANI: “GIUSTO INTITOLARE AUDITORIUM DI ROMA A MORRICONE”

Morricone e’ stato un musicista dal multiforme ingegno, un artista che ha lavorato e prodotto in tutti i campi della musica, ma sempre con una costante: usare il massimo dell’impegno, sia che fosse di fronte alla composizione di una colonna sonora o di un arrangiamento per Mina o Edoardo Vianello. In questo non era un compositore del Novecento ma del futuro: aveva capito l’importanza della trasversalita’. Lo stesso concetto che si esprime nella programmazione dell’Auditorium. A chi, dunque, meglio di lui poteva essere intitolato l’Auditorium di Roma?“. Cosi’ il compositore Nicola Piovani questa mattina nel corso della seduta dell’Assemblea capitolina durante cui e’ stato dedicato a Ennio Morricone l’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

17 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»