Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

All’Auditorium di Roma una targa per Morricone, ma Raggi non riesce a scoprirla

Al momento di togliere il telo che copriva la targa dedicata al maestro all'Auditorium Parco della Musica, la stoffa si è incastrata ed è servito l'intervento di un tecnico con una scala
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Attimi di defaillance all’Auditorium Parco della Musica, dove la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha scoperto una targa in memoria del maestro Ennio Morricone, al quale è stato intitolato anche l’Auditorium di Renzo Piano. Dopo una conferenza stampa ufficiale, la sindaca si è recata all’ingresso degli artisti per scoprire la targa insieme, tra gli altri, al figlio di Morricone, Marco. La sindaca ha dunque tirato la cordicella legata al telo giallo e rosso che copriva la targa insieme alla figlia del maestro, Alessandra Morricone, ma la stoffa si è incastrata e ha impedito al telo di scivolare e scoprire la targa. Una disavventura che a qualcuno ha ricordato la gaffe in occasione della presentazione di una targa sul Lungotevere dedicata a Carlo Azeglio Ciampi, che conteneva un errore.

Dopo diversi tentativi andati a vuoto, è intervenuto un tecnico dell’Auditorium. Munito di scala, l’uomo è salito fino in cima per due volte e ha liberato il telo, senza però tirarlo giù del tutto. Tolta la scala e liberata la scena, Raggi ha di nuovo provato a tirare il telo, questa volta riuscendoci e mostrando la targa intitolata al maestro a un anno dalla sua scomparsa. Un applauso ha accolto la fine dell’impresa e subito dopo è partita l’inconfondibile musica di Ennio Morricone. E lui, da oggi, dà il suo nome all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»