Coronavirus, De Luca: “Pronti a onda d’urto altro che campagna elettorale”

"Oggi abbiamo un obiettivo: evitare che si confonda da qui a un mese l'influenza con l'epidemia" dichiara il governatore della Campania Vincenzo De Luca
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI –  “Le previsioni dell’Oms sono preoccupanti, ci dicono che fra ottobre e novembre avremo un’ondata pesantissima di contagio. Noi stiamo lavorando in queste ore, altro che fare campagna elettorale, per prepararci all’onda d’urto che avremo fra due mesi”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca durante l’inaugurazione di una nuova area museale nel castello di Lettere (Napoli).

Abbiamo deciso come unica Regione in Italia – ha sottolineato – di rendere obbligatorio il test sierologico a chi veniva dall’estero. Tra un mese vedremo i risultati di quello che abbiamo fatto. Oggi abbiamo un obiettivo: evitare che si confonda da qui a un mese l’influenza con l’epidemia. Allora, la Campania e’ stata la prima regione d’Italia a procurarsi quattro mesi fa 1,8 milioni di vaccini per l’influenza“. De Luca ha aggiunto che in Campania “dovremo anticipare le vaccinazioni pediatriche perche’ dobbiamo stare tranquilli. Dico comunque queste cose con grande serenita’: abbiamo garantito e garantiremo la sicurezza delle nostre famiglie”. 

LEGGI ANCHEVIDEO | Regionali Campania, Ciarambino: “Rinvio apertura scuole deciso per campagna elettorale”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

16 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»