VIDEO | Regionali Campania, Ciarambino: “Rinvio apertura scuole deciso per campagna elettorale”

"Lo slittamento altre regioni lo hanno deciso tempo fa, mentre De Luca solo di recente e questo ha creato inevitabili problemi organizzativi alle famiglie"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “La scuola va tenuta assolutamente fuori dalla campagna elettorale. Credo anche che la massima istituzione della nostra Regione debba collaborare lealmente con il ministero dell’Istruzione e con il governo per consentire ai nostri ragazzi di riprendere in serenità le lezioni”. Lo ha detto Valeria Ciarambino, candidata M5s alla presidenza della Regione Campania, a margine di un’iniziativa sulla sanità a Napoli.


Mi sa tanto – prosegue – che la volontà di posticipare l’inizio dell’anno scolastico sia un modo per stare tranquilli durante quest’ultima settimana di campagna elettorale”. Questo verrebbe evidenziato per Ciarambino dal fatto che “lo slittamento altre regioni lo hanno deciso tempo fa, mentre De Luca lo ha deciso di recente e questo ha creato – evidenzia – inevitabili problemi organizzativi alle famiglie. Auspico la massima collaborazione perché su questi temi ci si deve unire e lavorare – conclude la candidata grillina – nell’interesse dei nostri figli”.

CIARAMBINO: “RIAPRIRÒ OSPEDALI E REPARTI SMANTELLATI”

“Noi vogliamo realizzare una vera e propria rivoluzione nella sanità che è il settore più massacrato da Caldoro e De Luca. La parole d’ordine è riaprire: riaprirò gli ospedali e i reparti che loro hanno chiuso o smantellato per garantire un diritto alla salute vicino ai cittadini“. Lo spiega Valeria Ciarambino, candidata per il M5s alla presidenza della Regione Campania, a margine di un incontro a Napoli. “Partiamo – evidenzia – con 20mila assunzioni, abbiamo un buco di 13.500 unità da colmare, ma bisogna assumere altre persone per far funzionare la sanità territoriale che non è mai stata realizzata”. Altri due obiettivi sono quelli di “rivedere i criteri del fondo di riparto nazionale che oggi penalizzano fortemente la Campania” e “zero liste d’attesa”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»