fbpx

Tg Pediatria, edizione del 16 luglio 2020

DAL BABY BOOM AL BABY FLOP, NEL 2021 MENO DI 400MILA NATI

“Nel 2021 è prevedibile che in Italia si scenderà per la prima volta sotto i 400 mila nati, un dato che l’Istat nelle sue peggiori previsioni ipotizzava solo dopo il 2030. Credo invece che ci arriveremo già l’anno prossimo”. Così Rino Agostiniani, vicepresidente Sip, che commenta il nuovo Rapporto Istat. “Rispetto all’anno scorso, infatti, in Italia stiamo procedendo sempre verso la stessa direzione: dal baby boom al baby flop”, gli fa eco Fabio Mosca, presidente Sin, che aggiunge: “È un circolo vizioso insostenibile che andrebbe al primo posto dell’agenda politica. Sembra che questo governo se ne stia finalmente accorgendo, gli interventi del Family Act sembrano andare nella direzione giusta, ma purtroppo c’è un ritardo di 10 anni”.

SIP SARDEGNA: SOLO 3 BIMBI POSITIVI MA NON ABBASSARE LA GUARDIA

“In Sardegna abbiamo poco più di 1.370 casi accertati dall’inizio dell’epidemia, numero relativamente esiguo. La situazione pediatrica nazionale è di circa 4.000 casi, mentre i bambini accertati con tampone sull’isola sono solamente 3, con 2 casi che risalgono al periodo antecedente al 21 marzo”. A dirlo è Osama Al Jamal, vicepresidente Sip sezione Sardegna, che nel corso della diretta facebook Dire Salute ‘Dal lockdown alle vacanze italiane. La Sardegna tra accoglienza e sicurezza’, esprime i timori per una possibile seconda ondata del virus.

DROGA, GIÀ A 12 ANNI ADOLESCENTI ASSUMONO CRACK E COCAINA

“I ragazzi sono sempre più precoci nel consumo di droghe, a cominciare da cannabinoidi e cocaina ma in particolare crack, e questo è un aspetto allarmante e preoccupante. La fascia giovanile è sempre più coinvolta e l’età d’inizio si abbassa fino a 12 anni”.  Lo dichiara Francesca Picone, responsabile del Sert di Montelepre dell’Azienda sanitaria provinciale di Palermo, commentando i decessi dei due ragazzi di Terni in seguito all’assunzione di metadone.

TUO FIGLIO BEVE ABBASTANZA ACQUA? SIPPS: SE CHIEDE, È GIÀ TARDI

Quando un bambino avverte lo stimolo della sete si è già innescata una fase iniziale di disidratazione, la cui percezione è meno pronta ed efficace e il cui aggravamento può diventare una vera e propria emergenza sul piano clinico”. A dirlo è Giuseppe Di Mauro, presidente Sipps, che in aiuto dei genitori ha pubblicato il ‘Decalogo estate sicura’. Tra i consigli, i pediatri ricordano sempre di prediligere l’acqua, di fare spuntini con la frutta e di non dimenticare mai le verdure a pranzo e cena. Sotto l’ombrellone? Il riso è un valido alleato, ma soprattutto è importante giocare!

MALOCCLUSIONE, RISCHIO CRESCE IN BAMBINI CON RINITE ALLERGICA

“Chi soffre di rinite allergica ha un rischio circa tre volte superiore di sviluppare malocclusioni dentali rispetto a una popolazione non affetta”. Così Valeria Luzzi, ricercatrice in Scienze odontostomatologiche e maxillo facciali della Sapienza, espone sia le correlazioni tra le disfunzioni respiratorie e lo sviluppo di problemi alle arcate dentali sia le cure in età pediatrica.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

16 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»