Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Un monopattino elettrico per Papa Francesco

monopattino papa orizzontale
Dono dell'associazione Assosharing. Il presidente Tanzilli: "La natura sulla terra è un dono meraviglioso del Signore ed è nostro dovere e privilegio custodirlo come nostro bene più prezioso"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un monopattino elettrico simbolo dell’amore e il rispetto per l’ambiente urbano e incentivo per una mobilità più pulita e sostenibile. E’ il dono ricevuto oggi da Papa Francesco in Vaticano da parte di Assosharing, la prima associazione di categoria del comparto sharing mobility in Italia, in prima linea nella sfida per lo sviluppo sostenibile.

Il monopattino, rigorosamente bianco, è stato consegnato oggi durante una visita informale da Matteo Tanzilli, presidente di Assosharing.

papa francesco assosharing monopattino
Papa Francesco con il presidente di Assosharing Tanzilli

L’aria delle nostre città inquinata dai gas di scarico delle automobili private richiede una nuova mobilità attenta alla qualità della vita con l’obiettivo di lasciare un pianeta meno inquinato. Ripercorrendo l’insegnamento dell’Enciclica Laudato Sì, con cui il Santo Padre ha voluto indicare la via ai fedeli e al mondo intero in materia di sostenibilità e cura dell’ambiente, Assosharing ha voluto recapitare un piccolo omaggio al Papa, contribuendo a ridurre quello che il Santo Padre ha definito il debito ecologico verso i nostri figli”, dice Tanzilli. “La natura sulla terra è un dono meraviglioso del Signore ed è nostro dovere e privilegio custodirlo come nostro bene più prezioso. Questa esigenza è ormai sentita anche dalla comunità internazionale come si evince dalle indicazioni dell’Unione Europea e dagli obiettivi globali dell’Agenda 2030 sullo sviluppo sostenibile delle Nazione Unite”, conclude il presidente di Assosharing.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»