Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Niente più registrazione e tampone per chi arriva in Sardegna

christian solinas governatore sardegna
Il governatore Christian Solinas ha deciso di non prorogare le ordinanze scadute in vista dell'arrivo del green pass europeo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CAGLIARI – Niente più registrazione per chi arriva in Sardegna. Ieri sono scadute due ordinanze della Regione, che il governatore, Christian Solinas, ha deciso di non prorogare: quella appunto sui controlli negli scali dell’isola, l’altra sulle regole per l’accesso ai locali pubblici (il provvedimento che prevedeva il calcolo dei metri cubi d’aria).

Per quanto riguarda i controlli, cade dunque l’obbligo per chi arriva in Sardegna di registrarsi prima dell’imbarco nel sito della Regione o attraverso l’App “Sardegna sicura”. Così come non sarà più necessario fare il tampone prima della partenza, o nelle 48 ore successive dall’arrivo nell’isola. Di fatto la Sardegna si adegua alle regole nazionali in vigore per le Regioni bianche, in vista dell’entrata in vigore del green pass europeo.

LEGGI ANCHE: ‘Sicuri di sognare’: lo spot doppiato da Luca Ward promuove la Sardegna nel mondo

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»