hamburger menu

Psicologa non vaccinata riammessa al lavoro, l’Ordine dei Medici “striglia” il Tribunale di Firenze

Il presidente Fnomceo, Filippo Anelli: "Provvedimento cautelare fantasioso, tutti gli organi dello Stato siano coerenti tra di loro nel combattere le fake news e nell'applicare le leggi"

15-07-2022 15:51
vaccino covid varianti omicron
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – “Solo nel 2021 sono 19,8 milioni le morti evitate a livello globale, 150mila solo in Italia. Grazie ai vaccini. Non può un provvedimento cautelare fantasioso competere con i dati scientifici elaborati dall’Imperial College di Londra e pubblicati su The Lancet Infectious Diseases o analizzati dall’Istituto Superiore di Sanità. Ci aspettiamo che tutti gli organi dello Stato siano coerenti tra di loro nel combattere le fake news e nell’applicare le leggi. Leggi che, se ritenute contrarie alla Costituzione, possono essere rinviate alla Corte costituzionale ma non andrebbero contestate su terreni diversi da quello giuridico”. Così il presidente della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici, Filippo Anelli, commenta il decreto d’urgenza con il quale una giudice del Tribunale civile di Firenze ha sospeso il provvedimento dell’Ordine che vietava a una psicologa di esercitare perché non vaccinata.

LEGGI ANCHE: Negli ultimi due anni più di otto italiani su dieci si sono imbattuti in fake news sulla pandemia

LA SENTENZA DEL TRIBUNALE DI FIRENZE

Motivazione: la giudice ritiene che “non possa essere costretta” a “sottoporsi a questi trattamenti iniettivi sperimentali talmente invasivi da insinuarsi nel Dna alterandolo in un modo che potrebbe risultare irreversibile”. “I vaccini non sono trattamenti sperimentali – ribatte Anelli – ma farmaci efficaci, capaci di salvare la vita a milioni di persone. Ne abbiamo parlato tante volte sul nostro sito Dottoremaeveroche, combattendo le fake news, ma anche solo i dubbi e le paure, con le migliori evidenze scientifiche. E noi medici siamo la prova di questa efficacia: prima dell’avvento dei vaccini contavamo tra i 60 e gli 80 morti al mese; dopo, la mortalità si è sostanzialmente azzerata”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-07-15T15:51:18+02:00