hamburger menu

Il Jova Beach Party fa tappa a Gressan: è record in Valle d’Aosta

Jovanotti: "Non mi vesto da ecologista, semplicemente sto utilizzando uno spazio e uno strumento come la festa per parlare di un tema importantissimo"

jova beach party gressan (4)
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

AOSTA – “È stata una giornata bellissima che non dimenticherò”. Poche parole e un brano, “A te”, dedicato alla moglie Francesca e alla figlia Teresa, chiudono il sipario sulla tappa valdostana del Jova Beach Party, il tour estivo di Lorenzo Jovanotti in scena ieri all’area verde Les Iles di Gressan. Con i suoi 11.000 biglietti staccati, l’unica data montana del tour si porta a casa un primato, confermandosi come l’evento musicale più partecipato di sempre in Valle d’Aosta.

LA TAPPA VALDOSTANA DEL JOVA BEACH PARTY

Lo show è iniziato alle 15, con una maratona musicale che ha fatto ballare per tutto il pomeriggio il numeroso pubblico in arrivo a Gressan. Alle 20, il via alla parte più attesa del concerto. Insieme a Jovanotti, a passarsi il testimone, sono stati generi musicali e generazioni diverse: da Tananai con la sua “Sesso occasionale” a Gianni Morandi con “Apri tutte le porte”, passando per Johnson Righeira, la cantante e rapper cilena Ana Tijoux e il dj e produttore Alberto Marzinotto. Sul palco anche il trio latino Cacao Mental, il duo milanese Stereoliez e Voilaa con Pat Kalla.

Dai ghiacciai valdostani al mare, Jovanotti ha ricordato l’anima sostenibile dell’evento, che ha sollevato polemiche anche in Valle: “Non mi vesto da ecologista- dice dal palco di Gressan- semplicemente sto utilizzando uno spazio e uno strumento come la festa per parlare di un tema importantissimo per la nostra società. Sono dalla parte di quelli che vogliono coinvolgere più gente possibile nel cambiamento, creando spazi di entusiasmo”. E chiude: “Se penso ai miei genitori, a quella generazione che nel dopoguerra aveva ricostruito un paese c’era un entusiasmo legato alla voglia di riuscirci. Lo stesso entusiasmo oggi lo dobbiamo mettere per lo sviluppo di economie sostenibili”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-07-14T10:32:51+02:00