Coronavirus, Iss: “Ci aspettiamo aumento contagi, nel weekend troppi errori tra mare e sci”

Parla il presidente dell'Iss, Brusaferro: "C'erano folle assembrate al mare o in stazioni sciistiche, luoghi dove probabilmente il virus ha circolato"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Speriamo di essere smentiti dai fatti, ma è verosimile aspettarci casi in questo weekend, anche come effetto dei comportamenti assunti lo scorso fine settimana”. Lo dice il presidente Iss, Silvio Brusaferro, in conferenza. “Lo abbiamo visto- spiega alla stampa- c’erano folle assembrate al mare o in stazioni sciistiche, luoghi dove probabilmente il virus ha circolato. Parte di quelle persone nei prossimi giorni probabilmente mostrerà una sintomatologia. L’incubazione è tra i 4 e i 7 giorni”, conclude.

LEGGI ANCHE: In Italia mortalità Coronavirus più alta che in altri Paesi: “Cerchiamo di capire perché”

“80,3 ANNI ETÀ MEDIA DECEDUTI, 25% DONNE”

“I pazienti morti con il coronavirus hanno una età media di 80,3; le donne sono solo il 25,8%. Il picco di mortalità c’è tra 80-89 anni, la letalità è più elevata tra gli over 80″, dice Brusaferro.

“COMITATO AIFA PER SPERIMENTARE FARMACI”

“Aifa ha riunito in queste ore il suo comitato tecnico scientifico. Credo stia elaborando la possibilità di sperimentare farmaci”, dice ancora Brusaferro.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, oltre 1.200 morti in Italia: età media di 80,3 anni, il 25% sono donne

“DONARE SANGUE, ORA IMPORTANTE NON INTERROMPERE”

“E’ importante che in questa fase non si interrompano le donazioni. Vorrei fare un appello a tutti i donatori, alle persone generose”, conclude il presidente dell’Iss.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

13 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»