Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

La stampa estera celebra la vittoria dell’Italia. I tabloid inglesi: “Sogno infranto”

L'Equipe titola La felicità
Da L'Equipe alla Bbc, passando per As in Spagna, il quotidiano tedesco Bild, il portoghese A Bola: grande felicità per il trionfo azzurro e qualche critica per il team inglese
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Adriano Gasperetti e Vincenzo Giardina

ROMA – La vittoria dell’Italia sull’Inghilterra nella finale di Euro 2020 è stata celebrata dai più importanti giornali stranieri. Subito dopo la vittoria di Donnarumma e compagni, sui siti dei quotidiani sono apparsi titoli che hanno descritto il trionfo azzurro.

Si va da ‘La felicità’ de L’Equipe, sullo sfondo della comitiva azzurra con la coppa al cielo di Londra, alla Bbc, che scrive: ‘Italia Campione di Euro 2020 mentre l’Inghilterra subisce il dolore dei rigori’.

In Spagna, As evidenzia la prova del portiere azzurro scrivendo ”Donnarummazo’ en Wembley’. Per Marca, invece, è stata una ‘Eterna Italia’.

E poi Bild. Più che celebrare l’Italia, il quotidiano tedesco critica l’Inghilterra: “Calcio di rigore! Inghilterra, ancora una volta niente!”. Invece A Bola, in Portogallo, semplicemente scrive: ‘L’Italia batte l’Inghilterra ai rigori ed è Campione d’Europa’.

Bild titolo su euro2020

E poi la Scozia. Il quotidiano The National, alla vigilia, aveva trasformato Roberto Mancini in Braveheart e titolato ‘ “Salvaci Roberto, sei la nostra… speranza finale!’. Questo perché, scrive ancora The National, ‘non potremmo sopportare che ce la menino per altri 55 anni‘. Dopo la finale, ha scritto: ‘Il calcio va a Roma mentre continuano 55 anni di dolore per l’Inghilterra‘.

LA STAMPA INGLESE: “RIGORI MALEDETTI”, I TIFOSI HANNO GLI “OCCHI GONFI DI PIANTO”

Il risveglio dei tifosi con “occhi gonfi di pianto” e poi quei rigori “maledetti”, ma anche l’orgoglio per la nazionale migliore da 50 anni, unita nel segno della diversità, in ginocchio prima del fischio d’inizio e sempre coraggiosa: titoli e spunti oggi in evidenza sulla stampa inglese, dopo la sconfitta dei “leoni” con l’Italia a Euro 2020.

Foto di supporter attoniti aprono l’edizione online del Sun, tabloid di riferimento a Londra. “C’eravamo così vicini…” recita la testatina. E poi sotto lo sguardo di una ragazza in lacrime: “I fan inglesi si risvegliano con gli occhi gonfi dopo che tutto è finito in lacrime ai rigori, ma i leoni coraggiosi ci hanno reso orgogliosi: è la migliore nazionale da 50 anni”.

copertina the sun

La Bbc punta sull’attesa di “un trofeo importante” che a Londra continua da 55 anni, riferendo di “familiare agonia della sconfitta ai rigori” e dell’unica “corona” di ieri sera a Wembley, non della regina Elisabetta ma dell’Italia. “Eppure – evidenzia ancora Bbc – l’Inghilterra sembrava pronta al suo giorno più felice da quel 30 luglio 1966 quando Luke Shaw le aveva regalato un avvio perfetto dopo due minuti”.

LEGGI ANCHE: Italia-Inghilterra, l’esultanza di Mattarella al gol di Bonucci

Dell’Italia si dice delle scene di giubilo a Roma e del primo Europeo vinto dal 1968. Ma i titoli alla fine sono tutti per i leoni e per la “fine di un sogno”. È la scelta del quotidiano Times, che apre con la “maledizione dei rigori” con tre errori dal dischetto.

Ci sono poi commenti che vanno al di là dei 120 minuti di ieri sera. Riguardano la “battaglia” tra chi ha scelto di inginocchiarsi e chi no. Il Times celebra allora l’Inghilterra, squadra “diversa” come origini e storie, che a Wembley ha “battuto i critici” mettendo in guardia da ogni razzismo.

LEGGI ANCHE: Gli azzurri accolti a Fiumicino dai tifosi. Nel pomeriggio l’incontro con Draghi e Mattarella

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»