Roma, Metro C: sette anni di ritardo per la fermata San Giovanni, a Colosseo nel 2022

La posa della prima pietra nel 2006, sette anni di ritardo e tante polemiche: la fermata San Giovanni è un gioiello, ma a Colosseo la Metro C arriverà solo nel 2022. E il resto della tratta non è ancora finanziato.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dodici anni di lavori, con la posa della prima pietra nel 2006, sette anni di ritardo e tante polemiche. Ma ora è una stazione gioiello. L’inaugurazione della stazione di San Giovanni della linea C doveva arrivare nel 2011 ma, rinvio dopo rinvio, è stata festeggiata solo questa mattina.

LEGGI ANCHE: Roma, ecco la stazione di San Giovanni della Metro C

Il cronoprogramma ufficiale dell’opera, stilato ai tempi dell’amministrazione Veltroni, prevedeva tre step per l’apertura della linea C. Nel 2011 avrebbe dovuto aprire la tratta Pantano-San Giovanni, quella, di fatto, operativa da oggi. Nel 2013 la tratta San Giovanni-Colosseo e nel 2015 la Colosseo-Clodio, la famosa tratta T2 con le fermate nel centro storico.

Questo programma subì i primi clamorosi ritardi già un paio di anni dopo il via dei lavori. Ai tempi dell’amministrazione Alemanno Metro C spa decise la “fasizzazione” della tratta fino a San Giovanni prevedendo un’inaugurazione in tre step. Effettivamente la prima tratta di 15 stazioni, Pantano-Centocelle è entrata in esercizio il 9 novembre 2014 e la seconda tratta di 6 stazioni, Mirti-Lodi il 29 giugno 2015.

Oggi, finalmente, arriva San Giovanni con il suo nodo di scambio tra linea C e linea A. Il prossimo passo sarà l’apertura della tratta San Giovanni-Colosseo, con l’unica fermata intermedia di Ipponio-Amba Aradam, che sarà una stazione museo ancora più bella di San Giovanni grazie al ritrovamento della casa del Comandante e delle caserme romane con i suoi mosaici policromi ed affreschi.

Le talpe meccaniche, le ‘tunnel boring machine’ che scavano i tunnel sotterranei, sono partite da poche settimane. E la tratta potrebbe essere inaugurata nella seconda metà del 2022.

Entro due anni, infine, dovrebbe concludersi la project review, ovvero la revisione progettuale, della tratta Colosseo-Clodio con le fermate Venezia, Chiesa Nuova, o al suo posto, come sembra, Navona, e poi San Pietro ed Ottaviano. Questa parte di linea deve essere ancora finanziata e non esiste un cronoprogramma anche se l’amministrazione M5s guidata da Virginia Raggi ha da poco annunciato l’idea di volerla realizzare.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»