Ndrangheta, confisca da 212 milioni a imprenditore reggino

reggio calabria
Domenico Gallo, ritenuto contiguo alle cosche Piromalli e Zagari-Fazzalari, è stato definito dai collaboratori di giustizia il "miliardario del bitume"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO CALABRIA – Una confisca da oltre 212 milioni di euro è stata eseguita oggi dalla guardia di finanza ad un imprenditore reggino, Domenico Gallo, ritenuto contiguo alle cosche di ndrangheta Piromalli e Zagari-Fazzalari operanti sul versante tirrenico della provincia di Reggio Calabria. L’operazione è stata coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia reggina.

La figura di Gallo è emersa in più operazioni da parte delle forze dell’ordine, ed è stato definito dai collaboratori di giustizia il “miliardario del bitume” essendo riuscito ad accaparrarsi l’esecuzione di numerosi grandi appalti pubblici per conto della criminalità. La confisca di oggi riguarda il patrimonio costituito da 13 società di capitali e relativo patrimonio aziendale, quote societarie relative ad una società di capitali, 11 beni immobili (terreni e fabbricati, tra cui una villa di pregio), 1 autoveicolo, 12 orologi di noti marchi e svariate disponibilità finanziarie (rapporti bancari e assicurativi).

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»