Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Pediatria, edizione dell’11 febbraio 2021

Si parla di sindrome post covid, epigenetica e disturbi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

– SINDROME POST COVID NEI BIMBI? A UMBERTO I DI ROMA VISITE E FOLLOW-UP

“Si sa ancora poco di quali siano gli esiti a distanza dell’infezione da SARS-Cov-2 nei bambini e questa incognita spaventa le famiglie. Vediamo arrivare in Pronto soccorso bimbi con semplici raffreddori, mal di gola o febbre perché magari nei mesi precedenti hanno contratto il Covid e i genitori hanno paura che possa essere tutto collegato. Questa incertezza ci ha fatto capire la necessità di sostenere e prendere in carico questi bambini e le loro famiglie”. A dirlo è Fabio Midulla, pneumologo, responsabile del Pronto soccorso pediatrico del Policlinico Umberto I di Roma e promotore di un progetto di visite gratuite e follow-up per i minori che hanno avuto l’infezione da SARS-Cov-2.

– SIP: PEDIATRA È MEDICO PROGENIE, ATTENTI A FATTORI AMBIENTALI

L’alimentazione incide sulla salute dell’individuo fino alla quarta generazione. Un genitore che fuma rende più debole l’apparato respiratorio del figlio. I danni provocati dall’alcol arrivano a una caratterizzazione somatica nei bambini con sindrome feto alcolica. Il peso? Se in eccesso o in difetto può ridurre di 8 anni l’esistenza. “I pediatri però possono agire, perché l’epigenetica dimostra che è possibile modulare la salute psicofisica e sociale”. Alberto Villani, presidente Sip, apre così il corso online sui disturbi del neurosviluppo e aggiunge: “Siamo i medici non solo dell’intera vita di un soggetto, ma anche della sua progenie”. Richiamando poi la categoria alle sue responsabilità, anticipa i doveri di ogni pediatra.

– IN ARRIVO DOCUMENTO PER TUTTI PEDIATRI SU PROFILASSI PERI-OPERATORIA

Migliorare l’appropriatezza delle terapie antibiotiche utilizzate nella profilassi peri-operatoria in pazienti neonati e in età pediatrica, nonché fornire un documento utile per i pediatri, implementabile con la pratica quotidiana di ciascun professionista. Sono questi gli obiettivi della consensus intitolata ‘Antibiotico profilassi chirurgica peri-operatoria in pazienti in età neonatale e pediatrica’, presentati da Susanna Esposito, direttrice della clinica Pediatrica all’ospedale Pietro Barilla dell’Azienda ospedaliera-universitaria di Parma.

– UMBRIA, LA PEDIATRA: NOTTE O FESTIVI BIMBI SENZA GUARDIA MEDICA ADEGUATA

“Esiste una finestra temporale dove i bambini non hanno una risposta adeguata alle loro esigenze: nel periodo notturno e nei giorni festivi il territorio sospende le attività. Non avendo una guardia medica adeguata, i genitori si rivolgono al Pronto soccorso e ciò comporta anche ricoveri impropri. Bisogna promuovere campagne sanitarie indirizzate ai genitori per un corretto uso dei servizi”. È questa la richiesta di Federica Celi, direttore della struttura complessa di Pediatria, Neonatologia e Terapia intensiva neonatale dell’ospedale ‘Santa Maria’ di Terni.

– ANOMALIE DNA IN 2-3 BIMBI OGNI 10 CON DISTURBI NEUROSVILUPPO

“Oggi siamo in grado di caratterizzare cumulativamente all’incirca il 30% delle forme di disturbo del neurosviluppo, sia esso isolato che inserito nell’ambito del (neuro)fenotipo proprio di specifiche condizioni. Alcuni riarrangiamenti genomici costituiscono nel complesso dal 10 al 15-20% delle cause genetiche note, mentre i disordini da mutazione del singolo gene costituiscono – secondo le maggiori casistiche della letteratura scientifica dedicata – il restante 5-10%”. Parla Davide Vecchio, consigliere junior Sip, presentando il percorso di inquadramento genetico dei disturbi del neurosviluppo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»