Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Politico Parlamentare, edizione del 10 settembre 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ALTRE DUE VITTIME, SONO 45 I FEMMINICIDI NEL 2021

E’ stato l’ex marito a uccidere Rita Amenze, una trentenne nigeriana sposata e poi separata da un italiano di trent’anni più anziano. Un vero e proprio agguato, avvenuto a Noventa Vicentina: l’uomo l’ha affrontata nel parcheggio dell’azienda dove la donna lavorava e, davanti a numerosi testimoni, le ha sparato quattro volte. E’ l’ennesimo femminicidio che allunga una volta di più il tragico elenco ormai quotidiano delle donne vittime di mariti, compagni e non solo, come nel caso di Chiara Ugolini, la 27enne uccisa domenica da un vicino di casa. Sempre oggi, a Napoli, è stato arrestato un uomo che ha confessato di aver ucciso e fatto a pezzi la madre 85enne. Sono 45 i femminicidi commessi in Italia dall’inizio dell’anno, più di uno a settimana.

NO VAX, IL VIMINALE ALZA IL LIVELLO DI ALLERTA

Massima allerta del Viminale nei confronti della galassia no vax. Alla vigilia di un fine settimana di nuove proteste contro il green pass, Luciana Lamorgese avverte: “I toni salgono, c’è il rischio di lupi solitari e estremismi nelle manifestazioni”. Forza Nuova, intanto, conferma l’appuntamento di domani alle 17 a piazza del Popolo a Roma. Intanto, dopo il rientro dalle ferie, l’Istituto superiore di sanità registra una frenata nei contagi. L’Rt nazionale è in leggera discesa e tutta Italia resta in bianco, tranne la Sicilia che è in giallo. Desta preoccupazione, invece, l’aumento dei contagi tra i bambini a causa della variante Delta. Mentre Biontech ha annunciato che chiederà l’autorizzazione per somministrare il vaccino Pfizer alla fascia di età 5-11 anni.

DOGANE, NEL 2020 SEQUESTRATI 13 MILIONI DI FALSI

Nel 2020 l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha effettuato quasi cinquemila sequestri, per un totale di 13 milioni di pezzi sequestrati, intercettando una quantità di beni contraffatti superiore del 262,41% rispetto al 2019. A dirlo è il ‘Libro Blu 2020’ che raccoglie l’attività dell’Agenzia dello scorso anno. Tra le merci contraffatte ci sono macchine e utensili, veicoli e cancelleria, accendini e materiali di imballaggio, abbigliamento e accessori. Esulta Marcello Minenna, direttore generale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. “Nell’anno della pandemia- dice- l’agenzia ha garantito la salvaguardia della salute del Paese”. Apprezzamenti anche dal presidente della Camera, Roberto Fico. L’agenzia, osserva, è uno strumento fondamentale di informazione e trasparenza in merito alle attività di un importante ente pubblico. Su giochi e commesse, invece, Fico si è augurato un intervento di Parlamento e governo per riformare con urgenza il comparto.

AFGHANISTAN, L’ITALIA SI INTERROGA: LA NATO NON BASTA PIÙ?

11 settembre, 20 anni dopo. I leader della politica italiana si confrontano alla vigilia dell’attentanto che nel 2001 sconvolse il mondo. Salvini, Meloni, Letta, Conte, Tajani e Renzi partecipano, alcuni in presenza altri da remoto, al convegno in Senato organizzato per ricordare il dramma delle Torri Gemelle. “Fu l’apocalisse- concordano tutti- un vulnus all’Occidente, una paura da cui non ci siamo liberati”. La politica s’interroga su come fronteggiare il rinnovato rischio terrorismo, con il ritorno dei talebani al potere in Afghanistan. L’11 settembre, ha sottolineato la presidente del Senato Elisabetta Casellati, è “un punto di svolta della storia”. Oggi, ha aggiunto, “il ritiro delle truppe Usa da kabul interpella tutta l’Europa, la Nato non basta più sulla scena internazionale”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»