Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Festa in villa a Pantelleria con 300 persone, una denuncia

festa in villa_pantelleria-min
Una consolle con dj e un bar con tanto di superalcolici: il tutto senza il minimo rispetto delle norme anti-Covid
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Una festa abusiva con oltre trecento partecipanti è stata interrotta dai carabinieri in una villa privata con piscina sull’isola di Pantelleria, in contrada Margana. A insospettire i militari, impegnati in un servizio di perlustrazione notturno, è stata la lunga fila di auto parcheggiate all’interno dell’aeroporto di Pantelleria e il gran numero di persone che, dopo avere sistemato l’auto, si dirigevano verso l’abitazione nei pressi dello scalo.

Giunti davanti alla villa i carabinieri hanno sentito la musica ad alto volume scoprendo all’interno due persone che regolavano l’afflusso, i partecipanti alla festa che ballavano, una consolle con dj e un bar con tanto di superalcolici: il tutto senza il minimo rispetto delle norme anti-Covid. Il dj, 34enne nato a Roma ma residente a Milano, ha dichiarato di essere l’organizzatore della festa e di avere preso in affitto la villa per organizzare la serata.
L’uomo è stato denunciato per disturbo del riposo e apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo. Per lui anche una sanzione per violazione delle norme anti-Covid. L’attrezzatura è stata sequestrata.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»