Gualtieri: “Raggi non all’altezza, il mio piano per far ripartire Roma”

L'ex ministro dell'Economia: "È un'enorme responsabilità ma se non riparte Roma non riparte l'Italia". Periferie, infrastrutture e innovazione al centro del suo programma
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Non è stata una decisione facile da prendere”, ammette Roberto Gualtieri. La sua candidatura alle primarie del centrosinistra del 20 giugno in vista delle elezioni amministrative autunnali a Roma da ieri è ufficiale e l’ex ministro dell’Economia, in un’intervista a Repubblica spiega che “è un’impresa da far tremare le vene ai polsi e un’enorme responsabilità” che presuppone “un impegno continuo, senza sosta”. Una sfida che ha deciso di accettare perché “se non riparte Roma non riparte l’Italia“. Gualtieri, che ringrazia il segretario Enrico Letta per aver sostenuto la sua candidatura – anche a mezzo Twitter – ha spiegato che con il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, che più di qualcuno nel Pd avrebbe svoluto candidato al Campidoglio, “siamo e saremo una squadra”. E sui rapporti con il Movimento 5Stelle l’ex ministro dell’Economia, rivendicando il lavoro svolto durante “la più difficile crisi del Dopoguerra”, si dice “convinto che tanti cittadini che hanno apprezzato il lavoro del governo Conte bis, di cui sono orgoglioso di aver fatto parte, già dal primo turno vorranno sostenermi” e che l’orizzonte dell’alleanza tra Pd e M5s è quello delle prossime elezioni politiche.

LEGGI ANCHE: Roma, Gualtieri si candida alle primarie del Pd: “Io ci sono”

“RAGGI NON ALL’ALTEZZA, ROMA MERITA DI PIÙ”

A proposito della sua sfidante Virginia Raggi, ieri appoggiata ufficialmente dal leader in pectore del Movimento Giuseppe Conte, il giudizio di Gualtieri è netto: “Non è stata all’altezza e non ha saputo interrompere il declino della città. Roma merita di più e deve voltare pagina”. Per vincere alle amministrative, Gualtieri annuncia che “non esiste un rilancio di Roma senza una profonda rigenerazione delle sue periferie” e punta su “infrastrutture, rilancio della cura del ferro, economia circolare e innovazione” per fare di Roma “la capitale europea dell’economia, della conoscenza, della ricerca, della scienza e della cultura”.

LEGGI ANCHE: Roma, il M5s blocca la candidatura di Zingaretti. Conte: “Sosteniamo Raggi”

L’APPOGGIO DI ZINGARETTI: “CANDIDATURA FORTE E CREDIBILE”

“Con la sua scelta di ieri quella di Roberto Gualtieri è proprio una candidatura forte e credibile e la sua scelta di candidarsi aiuterà questo progetto di rinascita”. Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a margine di un evento a Tiburtino III, ha commentato la candidatura di Roberto Gualtieri alle primarie del centrosinistra per il sindaco di Roma. “Io faccio un appello, ma siamo sulla strada giusta: facciamo delle primarie una grande opportunità di mobilitazione popolare e dico ai romani e alle romane: andiamo tutti ai gazebo e decidiamo insieme. Ci sono tante persone autorevoli e radicate che arricchiranno il confronto”. Il governatore ha aggiunto che “ora c’è l’alleanza, buttiamoci dentro la città coinvolgendo i romani e le romane, andiamo alle primarie e salviamo questa città. Le energie ci sono e questo è l’obiettivo attorno al quale tutti dovrebbero aggregarsi. Solo l’alleanza del centrosinistra può riaccendere la speranza in questa città. A Roma l’alleanza c’è e chi se ne tira fuori sbaglia di grosso, perché bisogna prima pensare a Roma e poi a se stessi”. Da parte di Zingaretti non è mancato un nuovo attacco alla sindaca uscente Virginia Raggi: “Roma non può continuare a vivere solo di emergenze, quella sui rifiuti, sui trasporti, sul lavoro, sulle buche, sulle periferie e sulle diseguaglianze perché a Roma in questi anni sono cresciute tanto le ingiustizie“. Il presidente della Regione Lazio ha aggiunto che “le persone sono stremate e non ne possono più perché i problemi vengono addirittura spesso ignorati. Hanno privato Roma di un’idea di futuro, questo non è normale e bisogna voltare pagina: ridare a Roma il ruolo che le spetta nel mondo e tranquillità e felicità ai cittadini”.

LEGGI ANCHE: Roma, Calenda: “Mai con Raggi, voglio vedere se elettori Pd la voterebbero al ballottaggio”

LETTA: “GUALTIERI PORTERÀ A ROMA L’IDEA DEL PNRR”

“Lo dico con forza, Roberto Gualtieri sarà il prossimo sindaco di Roma. Il Pd ha fatto questa scelta convintamente e Gualtieri avrà il massimo sostegno. Sarà un ottimo sindaco di Roma perché è colui che più di tutti ha impersonificato l’idea del Pnrr. Sarà colui che sarà in grado di portare l’idea del Next generation Eu a Roma”. Così il segretario del Pd, Enrico Letta ai microfoni di Radio Immagina. “Le primarie per Roma saranno il 20 giugno. Entro il 25 maggio – ha spiegato Letta – si presenteranno le candidature. Sarà un grande momento di partecipazione che sarà positivo per la città”. E sulla mancata candidatura di Nicola Zingaretti, il segretario del Pd ha affermato che “Roma è una città che ha bisogno di cambiare e il Pd che è il partito più forte a Roma intercetterà questo bisogno di cambiamento. Sono convinto che Zingaretti continuerà a fare bene il presidente di Regione“. Infine, Letta spiega perché, a differenza che in altre città, nella Capitale Pd e M5s non presenteranno un candidato comune: “Questa sfida nasce nel 2016 quando il Pd perse rovinosamente le elezioni a Roma e a Torino. È evidente che in queste città le proposte debbano essere diverse avendo il Pd in questi anni criticato l’operato delle sindache Raggi e Appendino”.

LEGGI ANCHE: Roma, votano i sedicenni e pure sul web: ecco il regolamento delle primarie del centrosinistra

L’ATTACCO DI BONACCORSI: “IL PD SI È FATTO SCEGLIERE IL CANDIDATO”

“Quelli che si fanno scegliere il candidato sindaco da quelli che esprimono la peggiore sindaca degli ultimi anni… #quandodiciunalineavincente”. Così su Twitter Lorenza Bonaccorsi, esponente del Pd vicina a Paolo Gentiloni, sottosegretario al Mibact nel governo Conte bis ed ex assessora alle Pari Opportunità e Turismo nella Giunta Zingaretti, sulla candidatura di Roberto Gualtieri a sindaco di Roma.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»